Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

10 Consigli su come organizzare un intervento con clienti benestanti

Gli interventisti delle dipendenze devono sapere queste dieci cose quando lavorano con individui con un patrimonio netto ultra elevato (UHNWI).

Un intervento è un tentativo orchestrato per aiutare una persona cara a cercare un trattamento. Consigliamo sempre di cercare il supporto di un interventista professionista per gestire l'evento e aiutare a contenere le emozioni di tutti.

La loro abilità è vitale, soprattutto se l'individuo non è disposto a cercare aiuto o è provocatorio. Purtroppo questo è spesso il caso degli UHNWI. Il loro potere, stile di vita e successo li proteggono dalle conseguenze delle loro azioni. Di conseguenza possono non accettare di avere un problema, il che porta a più dolore e a un trattamento ritardato.

Potere e successo possono anche essere una barriera per un intervento di successo. Lavorare con clienti benestanti e di successo richiede competenza culturale e addestramento specializzato. Senza di essa, gli interventisti potrebbero non comprendere la complessità della situazione e avere meno probabilità di successo.

Per aiutare gli interventisti a superare queste sfumature, abbiamo chiesto al nostro team di esperti della Paracelsus Recovery i dieci fattori principali da considerare quando si lavora con gli UHNWI.

1. Comprendi la struttura del potere

Un intervento di solito richiede che tutte le persone coinvolte, come i familiari, condividano l'impatto che la dipendenza della persona amata ha avuto su di loro. Anche se questo non è mai facile, è molto più difficile quando quella persona controlla anche le finanze, la carriera o la reputazione. Come interventista, devi comprendere appieno il ruolo che la persona dipendente gioca nella vita di tutti. Se qualcuno ha paura di parlare perché potrebbe essere tagliato fuori, rispettalo perchè si tratta di una paura genuina. Ricorda loro che è sufficiente presentarsi all'intervento.

2. Comprendi le dinamiche familiari

Similmente, ricorda che le famiglie UHNW talvolta funzionano più come un'azienda che come una famiglia. È importante capire quale ruolo gioca ogni membro nella vita della persona e come si relazionano tra loro.

Per esempio, la persona è in una dinamica codipendente con il partner? Il partner è una seconda moglie? Il suo socio in affari dovrebbe essere lì? La madre dei suoi figli dovrebbe essere presente? L'ex moglie e la fidanzata sono in buoni rapporti? Assicurati sempre di sapere abbastanza di ogni dinamica in modo da poter creare un piano chiaro per navigare le emozioni e lo stress accresciuti.

3. Gestisci le aspettative

Le rappresentazioni televisive degli interventi mostrano di solito il soggetto del intervento che accetta aiuto, ma questo non è sempre il caso nella vita reale. Inoltre, gli UHNWI sono abituati a ottenere ciò che vogliono e possono diventare conflittuali se qualcuno che stanno cercando di aiutare non vuole il trattamento.

Per gestire queste aspettative, assicurati che tutti sappiano che anche con un intervento organizzato un individuo potrebbe rifiutare il supporto offerto. Ricorda loro che questo non significa che l'intervento sia un fallimento. Il seme è piantato, e la persona potrebbe decidere di entrare in trattamento in un momento successivo.

4. Anticipa i problemi di controllo

Le persone potenti sono abituate ad avere il controllo della loro vita, di come sono percepite e delle persone intorno a loro. Di conseguenza, possono reagire negativamente all'essere in una posizione vulnerabile. Per affrontare questo, trova un equilibrio tra il rassicurarli che il recupero è una loro decisione, ma ci saranno conseguenze se non lo fanno. Per esempio, offri loro due o tre opzioni di trattamento, in modo che possano scegliere quale programma preferiscono.

5. Fai attenzione al loro critico interiore

C'è un'idea diffusa sbagliata che le persone che combattono con la dipendenza siano deboli di volontà. In realtà, sono spesso determinate e altamente motivate. Lo stesso vale per le persone ultra-ricche e di successo. Tuttavia, di solito sotto questi attributi si nasconde una dura critica interiore.

Durante l'intervento, preparati affinché la persona diventi un perfezionista in preda al panico. Questo significa che il suo cervello entrerà in modalità fuga o lotta, e può diventare conflittuale. Incoragga tutti a usare tecniche di gestione dell'ansia per gestire queste reazioni neurochimiche.

6. Fai attenzione ai loro pregiudizi

La ricchezza e il successo sono altamente stigmatizzati. Se non stai attento, i pregiudizi possono infiltrarsi nel tuo lavoro. Per esempio, mentre leggi questo articolo, ti vengono in mente pensieri come "perché li trattiamo come se fossero così speciali?"

Se sì, rifletti sullo stigma al lavoro qui e se quei pensieri vengono da un luogo di invidia e disprezzo. Queste emozioni ostacoleranno inevitabilmente le possibilità di successo dell'intervento. Riconoscere che la vita, le preoccupazioni e le responsabilità di una persona ricca sono diverse dalle tue fa parte dell'essere empatici.

7. Familiarizza con la doppia diagnosi

La dipendenza da abuso di sostanze quasi mai si forma nel vuoto. È spesso un meccanismo di coping per problemi sottostanti come stress, trauma, solitudine, depressione, ansia o disordini alimentari. Assicurati di scegliere programmi di trattamento che affrontino condizioni di salute mentale co-occorrenti.

8. Concentrati sulla riservatezza

Assicurati che la riservatezza sia una priorità assoluta quando si decide il programma di trattamento. Gli UHNWI rischiano molto quando entrano in un programma di riabilitazione e la grande maggioranza non può partecipare a nessun tipo di terapia di gruppo.

Per esempio, immagina cosa accadrebbe al prezzo delle azioni di un'azienda se il pubblico scoprisse che l'amministratore delegato è in riabilitazione per dipendenza da farmaci. Il valore netto potrebbe crollare e la gente potrebbe perdere il lavoro. Non solo dovresti scegliere un centro che prenda estremamente sul serio la riservatezza, ma dovresti farne una delle prime cose da menzionare alla persona al centro dell'intervento.

9. Sii flessibile

È necessario essere flessibili con la propria formazione quando si tratta di un intervento UHNWI. Di solito gli interventisti sottolineano che la persona deve andare immediatamente in un centro di trattamento. Ma per una persona con molte responsabilità questo non è sempre possibile. Invece, incoraggiali a decidere lì per lì, ma disponi di un team che possa aiutarli a gestire la loro salute mentale finché non sia possibile entrare in un programma di trattamento.

10. Mantieni la squadra piccola

Gli UHNWI sono circondati da opportunisti, il che significa che sono abituati a giudicare le intenzioni degli altri. Assicurati che solo un piccolo numero di persone care sia presente all'intervento e aspettati che si sentano a disagio o diffidenti in tua presenza. Sii disposto a firmare ulteriori accordi di non divulgazione (NDA) e fai tutto ciò di cui la famiglia ha bisogno per sentirsi a proprio agio ad andare avanti.

Per concludere, ricorda che, come interventista, la tua priorità è aiutare a rompere il ciclo della negazione e mantenere la comunicazione costruttiva, compassionevole e utile al benessere di tutte le persone coinvolte. Se tieni conto di questi dieci consigli, puoi farlo con successo con gli UHNWI e le loro famiglie.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2021-08-23 14:14:26 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati