Stai usando l’alcol per affrontare l’ansia da ritorno alla normalità?

Con la riapertura delle società, molte persone si sentono a disagio nel tornare in ambienti sociali. Vediamo come controllare l'ansia senza ricorrere all'alcol.

L'abuso di alcol è aumentato negli ultimi mesi perché le persone faticano a sentirsi a proprio agio nei contesti sociali post-pandemia.

I ristoranti stanno riaprendo, il lavoro in ufficio sta tornando e la tanto attesa "fine" è in vista. Eppure, molte persone si sentono molto più in ansia del previsto.

Questa "ansia da ritorno alla normalità" è l'ultima aggiunta al nostro vocabolario specifico per la pandemia e sta colpendo quasi la metà della popolazione. Per esempio, oltre il 50% degli americani e il 49% dei cittadini del Regno Unito hanno difficoltà ad adattarsi. Gli esperti sostengono che questa sensazione di disagio sia normale. Viviamo ancora nell'incertezza e attendiamo con il fiato sospeso un futuro senza virus. Ci siamo anche adattati al nostro stile di vita da reclusi. Gli esseri umani sono predisposti a desiderare la prevedibilità, quindi un cambiamento nella nostra routine provocherà sempre disagio.

L'ansia è una condizione pervasiva tra gli amministratori delegati, e di solito i riflettori sono puntati su di loro in contesti sociali, il che può esacerbare il problema.

Sebbene la paura sia prevedibile, dobbiamo essere consapevoli del modo in cui la affrontiamo. L'ansia è una delle cause principali dell'abuso di alcol, perchè mette in crisi il nostro sistema nervoso. Poiché l'alcol è un depressivo, può sembrare che ci stia calmando. A ciò si aggiunge il fatto che molti di noi lottano con l'ansia sociale, che è stata tenuta sotto chiave o che è stata scatenata da un periodo di isolamento durato un anno. Questo è particolarmente vero per le celebrità e le persone di successo. L'ansia è una condizione pervasiva tra gli amministratori delegati e i riflettori sono solitamente puntati su di loro in contesti sociali, il che può esacerbare il problema. Alla Paracelsus Recovery abbiamo assistito a un'impennata di clienti con un patrimonio ultra-alto (UHNW) che lottano per controllare le loro abitudini alcoliche a causa dell'ansia da rientro in società.

Le chiusure hanno portato a un'impennata dei problemi di abuso di sostanze tra gli UHNWI, poiché lo stress e la solitudine hanno avuto la meglio.

Bere per darsi coraggio: il legame tra abuso di alcol e ansia

Il disturbo d'ansia sociale, altrimenti noto come fobia sociale, è caratterizzato dalla paura di essere giudicati, dall'evitare le interazioni sociali, da tremori o giramenti di testa in presenza di altre persone e da una costante autoanalisi delle proprie prestazioni in ambito sociale. Il disturbo d'ansia sociale è una delle condizioni di salute mentale più comuni, seconda solo alla depressione. Gli studi dimostrano che circa il 20% di coloro che soffrono di ansia sociale soffrono anche di dipendenza da sostanze.

Inoltre, mentre alcune persone possono controllare quali eventi sociali frequentare, non è così per i leader o le celebrità. Spesso devono "farsi vedere" in innumerevoli eventi dove tutti gli occhi sono puntati su di loro. Per affrontare queste esperienze, molti si automedicano con l'alcol, che riduce le inibizioni, aumenta la fiducia in se stessi e può sembrare che li aiuti a "uscire dalla loro testa". A lungo termine, però, l'abuso di alcol peggiora l'ansia, abbassa l'autostima e può portare alla dipendenza.

Gli studi dimostrano che circa il 20% di chi soffre di ansia sociale soffre anche di dipendenza da sostanze.

Se stai lottando per controllare le tue abitudini di bevitore sociale, puoi trovare aiuto. Continua a leggere per saperne di più sui nostri programmi di trattamento.

Cinque strategie non alcoliche per affrontare l'ansia sociale

Alla riapertura del mondo, molti si trovano ad affrontare un duplice fattore scatenante: l'ansia da ritorno alla normalità e l'ansia da ritorno alla socialità, che fa sentire il mondo post-pandemia intenso e sconosciuto. Se sei in difficoltà, prova a:

  1. Distogliere l'attenzione da te stesso

Prova a spostare l'attenzione su ciò che accade intorno a te invece che su ciò che è nella tua testa. Per esempio, se senti il battito cardiaco accelerare e la mente correre, guardati intorno e nomina tre cose che vedi. Poi, nomina tre suoni che senti e muovi tre parti del corpo. In alternativa, prova a pensare a qualche domanda da porre alle persone. Ricorda che le persone apprezzeranno il tuo interesse per loro e penseranno a loro stesse, non a te o alla tua ansia.

2. Pianificare la gestione dell'ansia

Di solito esageriamo nel consumo di alcol quando beviamo in risposta a un'emozione difficile piuttosto che al nostro ambiente. Ricorda che ciò che proviamo determina il punto in cui concentriamo la nostra attenzione e i nostri pensieri, che a loro volta porteranno alle azioni. Per ovviare a questo problema, cerca di capire quali sono i tuoi fattori scatenanti e crea preventivamente delle strategie per reagire a essi. Ad esempio, se parlare con più persone contemporaneamente ti fa sentire sopraffatto, cerca di concentrarti su ognuna di esse individualmente.

3. Praticare le tecniche di respirazione

Le tecniche di respirazione alleviano l'ansia perché spostano il nostro corpo dalla respirazione toracica alla respirazione della pancia. Di conseguenza, i livelli di ossigeno e anidride carbonica si stabilizzano e lo stress diminuisce. Concentrarsi sulla respirazione aiuta anche a riconnettersi al corpo e all'ambiente circostante. Se hai difficoltà, cerca di tornare alla respirazione diaframmatica. Per farlo, metti una mano sotto la gabbia toracica e una sopra il cuore. Respira lentamente attraverso il naso e cercate di notare se lo stomaco o il petto si muovono durante la respirazione. Se il petto si muove, concentrati sul ritorno del respiro allo stomaco.

Tuttavia, come dice il famoso detto, si possono accontentare sempre alcune persone, sempre tutte alcune volte, ma non si possono accontentare sempre tutte le persone. È fondamentale essere realistici su ciò che è realizzabile.

4. Sii consapevoli che tutti gli esseri umani hanno dei limiti (te compreso)

Con la riapertura della società, potremmo aspettarci di dover fare tutto, il che provocherà maggiore ansia. Così, il tuo programma di lavoro potrebbe aumentare insieme alle aspettative di trascorrere del tempo con i tuoi amici, visitare i membri della famiglia e così via. Tuttavia, come dice il famoso proverbio, si possono accontentare sempre alcune persone, a volte tutte le persone, ma non si possono accontentare sempre tutte le persone. È fondamentale essere realistici su ciò che è possibile ottenere.

5. Cerca un aiuto professionale

Se ti senti costantemente sopraffatto nei contesti sociali, al punto da non riuscire a controllare l'abuso di sostanze o da ritenere che la paura abbia un impatto negativo sulla tua vita, cerca aiuto il prima possibile. Le condizioni di salute mentale sono simili alla nostra salute fisica, perché prima trattiamo il problema, prima possiamo ripristinare il nostro benessere.

Infine, soprattutto, cerca di essere compassionevole con te stesso. È una richiesta elevata sentirsi improvvisamente soddisfatti in ambienti che nell'ultimo anno e mezzo erano considerati insicuri. Tutti noi ci stiamo adattando a questi cambiamenti e nessuno ci riesce perfettamente. Cerca invece di concentrarti sull'andare avanti con autocompassione e con alcuni strumenti di gestione dello stress.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2021-05-26 16:00:56 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

6 − 4 =

The newest posts

Our private articles and press releases