Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

Amber Valetta parla di onestà e dipendenza

Amber Valetta è una modella, attrice, imprenditrice e attivista di fama mondiale. È anche un'autoproclamata tossicodipendente che convive con la malattia della dipendenza ogni giorno da quando aveva otto anni, quando scoprì che annusare pennarelli a inchiostro e smalto per unghie la faceva sentire meglio. Valetta ricorda di aver preso di nascosto marijuana in tenera età e ricorda di essersi sballata già a 10 anni.

Per quando aveva 18 anni, la giovane top model si era trasferita in Europa, dove si è data alla cocaina e all'alcol. Anche se aveva un futuro gratificante davanti a sé, la sua dipendenza ha preso velocità e ha messo tutto - famiglia, amici, carriera e futuro - in gioco, presentandosi anche ad un lavoro importante strafatta di cocaina.

Valetta si descrive come un "tornado ambulante" e "una tossicodipendente in tutto e per tutto", descrivendo la sua dipendenza come "oscura, demoralizzante e vergognosa". Si è disintossicata a 25 anni perché credeva che ci dovesse essere qualcosa di più. "Non volevo morire"

Per guarire e rimanere pulita, secondo Valetta, deve essere onesta e voltarsi continuamente verso l'interno per guardare bene una malattia che "cambia continuamente forma". Valetta dice che la preghiera e la meditazione l'hanno aiutata a trovare la sua bussola spirituale. Rivolgendosi all'interno, Valetta continua ad imparare come essere una persona migliore, essere al servizio degli altri, vivere con umiltà e umorismo e capire cosa significa "incontrare la vita alle condizioni della vita"

"La malattia è sempre a un braccio di distanza", dice, "ma è lì che arriva la crescita - dal fermarsi, guardarsi dentro e chiedere aiuto. Dicendo la verità, non mi nascondo in vergogna, e ottengo un altro giorno di sobrietà". Essere onesta, dice Valetta, le permette di uscire dall'ombra e dall'oscurità della dipendenza e tornare alla luce.

Anche se Valetta è cresciuta in una cultura di dipendenza e ammette di avere una disposizione genetica alla dipendenza, sottolinea che non è una vittima. Non incolpa i suoi genitori, notando che altri membri della famiglia cresciuti in situazioni simili non sono diventati dipendenti. Valetta dice che "era a disagio nell'essere un essere umano" e si è rivolta a droghe e alcol come un modo per far fronte a sentimenti che non riusciva a gestire.

"Viviamo in un mondo doloroso e pieno di distrazioni", dice Valetta, descrivendo una cultura frenetica in cui è scomodo stare fermi ed essere vulnerabili - un mondo in cui le persone hanno difficoltà a far fronte a sentimenti di inadeguatezza, noia, solitudine, dolore al cuore e confusione. Di conseguenza, le persone si rivolgono a droghe, alcol, sesso, porno, shopping, social media, gioco d'azzardo, lavoro, esercizio o mangiare.

Valetta ci incoraggia a celebrare la sobrietà. Il mondo, dice, ha bisogno di più amor proprio e compassione per gli altri, e di più risorse, inclusi centri di trattamento per droghe e alcool e riabilitazione per le persone che sono dipendenti.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-07-10 13:36:14 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati