Benefici dell’aiutare gli altri

Gli anni di dipendenza possono avere un tributo enorme sulla fiducia e sull'autostima. Aiutare gli altri può sembrare una strategia semplicistica per far fronte a sentimenti dolorosi di rimpianto, vergogna e colpa, ma restituire è in realtà una strategia potente che costruisce l'autostima e riduce significativamente il rischio di ricaduta. Uno studio suggerisce che il lavoro caritatevole può aumentare il mantenimento della sobrietà a lungo termine fino al 50%.

Un corpo crescente di ricerche indica che il volontariato offre una serie di benefici sociali e psicologici. Donare non è solo un'enorme leva psicologica per l'umore; aiutare gli altri giova anche alla salute fisica mantenendo il cuore più sano.

Forbes Magazine ha recentemente riportato uno studio che suggerisce che il lavoro caritatevole rafforza il cuore e aggiunge anni alla vita. Le persone che partecipano ad attività di volontariato dopo un infarto hanno goduto di miglioramenti marcati nella salute mentale e fisica e di una riduzione della depressione e dell'ansia.

Aiutare gli altri può anche fornire i seguenti benefici:

  • Crea connessioni sociali positive, un forte senso di appartenenza e una potente rete di amici sobri.
  • Ti tiene occupato quando i giorni sembrano lunghi e vuoti durante i primi giorni di recupero. La noia è un pericoloso fattore scatenante della ricaduta.
  • Aiuta a sostituire i pensieri negativi con sentimenti di gratitudine.
  • Previene i sentimenti di solitudine e isolamento che spesso si verificano come risultato dell'abbandono di vecchi amici che usano ancora droghe e alcol.
  • Fornisce un senso di realizzazione, direzione e scopo.
  • Offre una gradita distrazione dai propri problemi e offre una nuova prospettiva di vita.

Giving Back: Suggerimenti per iniziare

È importante che il volontariato sia qualcosa che non vede l'ora di fare - non qualcosa che sembra un lavoro ingrato. Pensi ai tipi di lavoro caritatevole che le piaceranno.

Il tempo che dedicherà al volontariato dovrebbe anche funzionare per lei e per i suoi impegni. Cominci in piccolo ma sia flessibile; può sempre aumentare il tempo se le cose vanno bene.

Se il primo tentativo di donare non funziona, provi qualcosa di diverso finché non trova una buona soluzione. Non esiti a fare molte domande prima di buttarsi. Non esiti a chiedere aiuto o addestramento se necessario.

Se partecipa a un gruppo di 12 passi o ad altri tipi di sostegno, può sempre lavorare all'interno della comunità di recupero. Altrimenti, può fare volontariato per qualcosa di completamente diverso. Le possibilità includono rifugi per animali, dispense alimentari, musei, gallerie d'arte, giardini comunitari, case di cura o centri per anziani. Se le piacciono i bambini, consideri il volontariato in una scuola, biblioteca o organizzazione sportiva giovanile.

Molti tossicodipendenti hanno problemi di ansia sociale. Se questo è il caso, va bene lavorare tranquillamente dietro le quinte e lasciare i riflettori agli altri.

Più importante, non consideri il volontariato come qualcosa che le viene richiesto di fare. Consideri il volontariato come un'opportunità per divertirsi mentre incontra nuovi amici ed esplora nuovi interessi. Più fa volontariato, più facile diventa.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-10-09 11:00:40 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

18 − undici =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati