Come gestire la dipendenza di un amico

Potrebbe esitare a farsi coinvolgere se pensa che un amico sia tossicodipendente, ma non si preoccupi di interferire. Mostrando al suo amico che le importa, può aiutarlo più di quanto si renda conto. Si ricordi che la dipendenza da droghe è una delle principali cause di morte nei paesi di tutto il mondo.

Prima di parlare al suo amico, legga tutto quello che può sulla dipendenza. La aiuterà a capire i molti modi in cui le droghe influenzano le funzioni cerebrali. In breve, quando il suo amico usa droghe, il cervello rilascia una marea di dopamina, una sostanza chimica cerebrale responsabile delle sensazioni di piacere.

Il cervello vuole continuare queste buone sensazioni, il che scatena la voglia di altre droghe. Con il passare del tempo si sviluppa la tolleranza e il suo amico ha bisogno di sempre di più per ottenere gli stessi risultati. A volte il cervello può richiederne una grande quantità per sentirsi "normale"."

Se il suo amico esita a cercare un trattamento o non può ammettere di essere dipendente, potrebbe essere necessario pianificare un intervento. Si ricordi che non è vero che le persone devono toccare il fondo prima che il trattamento funzioni. Infatti, prima la sua amica entra in trattamento, maggiori sono le possibilità di successo del recupero.

Non si metta mai in pericolo mentre cerca di aiutare un'amica. Non la accompagni a comprare droga. Non vada mai in macchina con una persona ubriaca o fatta. Si prenda sempre cura del proprio benessere.

Come parlare ad un'amica della dipendenza

  • Incontrarsi in un luogo neutro come un parco o un caffè. Non incontri il suo amico dove sono disponibili droghe o alcol.
  • Non cerchi di discutere di questioni serie se il suo amico è fatto o ubriaco. Aspetti un momento migliore.
  • Interrompa la discussione se gli animi si scaldano. Riprova più tardi quando siete entrambi più calmi.
  • Siiiate positivi e solidali ed evitate di incolpare. Non corrompa la sua amica e non faccia promesse che non può mantenere.
  • Comprenda che la dipendenza è una malattia cronica del cervello.
  • Si prepari a scuse e diniego, che sono entrambi sintomi comuni della dipendenza. La sua amica probabilmente sa che la sua vita è nei guai, ma non è pronta a riconoscere la scomoda verità.
  • La sua amica probabilmente incolperà lo stress del lavoro, un capo esigente o un coniuge che non capisce.
  • Ricorda alla sua amica, senza vergogna o senso di colpa, come la sua dipendenza sta influenzando lei e le altre persone che ama.
  • Cerca di non prenderla personalmente se la sua amica si arrabbia o dice cose offensive. La dipendenza fa sì che le persone facciano cose che normalmente non farebbero, incluso scagliarsi contro le persone a cui tengono.
  • Indaga sulle cliniche di trattamento della droga o sulle riabilitazioni nella tua zona. Può anche menzionare gruppi di 12 passi come Narcotici Anonimi o Alcolisti Anonimi, ma non forzi la questione. I gruppi di dodici passi aiutano molti ma non sono la risposta per tutti.
  • Non si disperi se il suo amico non è pronto ad accettare aiuto. Non è colpa sua. Faccia sapere al suo amico che ci sarà quando sarà pronto per l'aiuto.
  • Ricorda che alla fine il suo amico è responsabile del proprio recupero.
  • Non esiti a pianificare un intervento, ma non cerchi di metterne in scena uno da solo. Parli con altre persone che hanno a cuore la sua amica e poi cerchi l'assistenza di un professionista qualificato. Un intervento mal riuscito può essere più distruttivo di nessun intervento.

Differenze tra abuso di droghe e tossicodipendenza

I due termini sono spesso usati in modo intercambiabile, ma prima di parlare con il suo amico, dovrebbe capire le importanti differenze tra abuso di droghe e tossicodipendenza.

L'abuso di droghe si riferisce all'uso dannoso e non medico di sostanze psicoattive, incluse droghe e alcol. Comporta una decisione deliberata di usare droghe in modo non sicuro. Anche se l'abuso può portare alla dipendenza, molte persone abusano di droghe senza diventare dipendenti.

Le persone che abusano di droghe possono ancora controllare il loro comportamento. A volte, una conversazione onesta con una persona cara può essere l'inizio di cambiamenti importanti e può prevenire una progressione verso la dipendenza completa.

La dipendenza è definita come una malattia cerebrale cronica e recidivante che comporta dipendenza chimica e una totale perdita di controllo sulla droga. L'uso della droga può prendere il sopravvento su tutti gli aspetti della vita di una persona, diventando più importante del lavoro o della scuola, o persino degli amici e della famiglia Una persona in preda alla dipendenza può mettere la droga al di sopra del mangiare e del dormire.

Una persona che è dipendente dalla droga può incorrere in problemi finanziari o legali, o può perdere il lavoro o sviluppare terribili problemi di salute. Nonostante le molte conseguenze negative, non riesce a smettere senza aiuto.

Come sapere se un amico è dipendente dalla droga

I sintomi della dipendenza dalla droga non sono sempre facili da individuare. A volte i tossicodipendenti diventano molto abili a mantenere la loro dipendenza un segreto con amici e familiari, ma ci sono bandiere rosse che possono indicare un problema di abuso o dipendenza da droghe. Il suo amico potrebbe:

  • usare sempre più droga per un lungo periodo di tempo.
  • essere preoccupato di procurarsi e usare droga.
  • rubare ad altri o vendere beni personali per comprare droga.
  • essere ansioso, depresso o irritabile.
  • avere sbalzi d'umore o improvvisi cambiamenti di comportamento.
  • diventare chiuso e isolato.
  • essere disattento alla cura e all'igiene personale.
  • negare le responsabilità quotidiane.
  • mostrare un linguaggio confuso, tremori o coordinazione instabile.
  • perdere interesse per il lavoro, la scuola e le attività che di solito trovano piacevoli.
  • sviluppare problemi a casa e al lavoro.
  • impegnarsi in comportamenti rischiosi come sesso non sicuro o guida in stato di ebbrezza.
  • Mostrare una sostanziale perdita o aumento di peso.
  • Avere frequenti perdite di sangue dal naso o occhi iniettati di sangue.
  • Avere problemi a dormire o dormire eccessivamente.
  • Rinunciare ad attività familiari, sociali, lavorative e ricreative a causa dell'uso di droga.

Supportare un amico in trattamento di droga o riabilitazione

Supportare un amico durante trattamento antidroga o riabilitazione è impegnativo, ma è una delle cose migliori che può fare per aiutare.

Se la sua amica ha deciso di entrare trattamento, le offra il suo sostegno e le faccia sapere che ammira il suo coraggio. Il trattamento non è una bacchetta magica e non promette un recupero a lungo termine, ma il suo incoraggiamento le sarà di grande aiuto.

La sua amica potrebbe non essere in grado di contattarla durante i primi giorni di trattamento, sebbene ogni centro di trattamento abbia regole diverse. Se questo è il caso, non si arrabbi e non la prenda sul personale. Il suo amico ha bisogno di questo tempo per concentrarsi sulla disintossicazione e sui primi passi verso il recupero.

Provi a non preoccuparsi per il suo amico se non ha sue notizie immediatamente. Anche se questo è un momento molto difficile, i centri di trattamento terranno d'occhio il suo amico 24 ore su 24. Un medico può prescrivere farmaci per aiutare ad alleviare i sintomi dell'astinenza. Molto probabilmente i consulenti aiuteranno il suo amico ad iniziare a lavorare su un piano di trattamento nei primi due giorni.

Se possibile, allevii alcune delle preoccupazioni del suo amico occupandosi delle cose a casa come ritirare la posta, innaffiare le piante o occuparsi degli animali domestici.

Supportare un amico dopo il trattamento o la riabilitazione dalla droga

Il suo amico avrà bisogno del suo sostegno più che mai quando avrà completato la disintossicazione. Rimanere sobri è un po' più facile in un ambiente sicuro dove non ci sono tentazioni, ma diventa molto più difficile dopo il trattamento quando i fattori scatenanti sono ovunque e anche guidare attraverso la città o imbattersi in un vecchio amico può far emergere ricordi difficili e voglie.

Riadattarsi allo stress e alle tensioni della vita quotidiana può essere faticoso. Se il suo amico relapse, lo rassicuri che una ricaduta non significa che ha fallito. Lo incoraggi a tornare in trattamento il prima possibile.

Non soffochi il suo amico in questo periodo, ma sia disponibile e abbia pazienza; ci vuole tempo perché la mente e il corpo guariscano da anni di abuso di droghe e dipendenza. La sua amica avrà sicuramente momenti di frustrazione o di rabbia, e potrebbe sperimentare periodi di ansia o depressione. Col tempo diventerà più facile.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2018-05-09 15:37:39 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 × 5 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati