Come il cervello può guarire dopo la dipendenza e come lei può aiutare

Il cervello umano è un sistema incredibilmente complesso di cellule e sostanze chimiche - così complesso, infatti, che i ricercatori hanno ancora molto da imparare sul suo funzionamento interno. La buona notizia è che negli ultimi anni gli scienziati hanno stabilito che questo notevole organo continua a crescere e cambiare durante tutta la vita, anche quando i danni sono causati dall'abuso di sostanze e dalla dipendenza.

Come la dipendenza danneggia il cervello

In termini semplici, il cervello usa sostanze chimiche chiamate neurotrasmettitori per inviare messaggi da cellula a cellula, con recettori specializzati per interpretare quei messaggi. Gli scienziati ritengono che il cervello contenga circa 100 tipi diversi di neurotrasmettitori, ognuno con una funzione altamente specializzata.

I problemi iniziano quando le droghe e l'alcol interrompono questo sistema attentamente bilanciato - specialmente il rilascio di dopamina, una sostanza chimica del cervello che gioca un ruolo importante nel piacere e nella ricompensa, così come nel sonno, nell'apprendimento, nella memoria, nell'attenzione e nell'umore.

La dopamina viene rilasciata ogni volta che si svolge un'attività piacevole, incluso mangiare, fare sesso, correre o anche guardare la sua squadra sportiva preferita. Tuttavia, il piacere associato a droghe e alcol può scatenare il rilascio di una quantità di dopamina fino a 10 volte superiore rispetto alle ricompense naturali. I danni iniziano quando il cervello viene inondato da quantità anormalmente elevate di dopamina.

Il cervello lavora duramente per adattarsi e ripristinare l'equilibrio, ma il rilascio di dopamina continua ogni volta che si usa la sostanza. Presto il cervello diventa tollerante alla sostanza e le sensazioni piacevoli non sono più possibili; sono necessarie quantità maggiori di dopamina per evitare semplicemente la dolorosa astinenza.

Il danno non è limitato all'uso di una certa sostanza, poiché tutte le droghe alla fine arrivano al cervello, compresi i farmaci su prescrizione e persino l'aspirina o lo sciroppo per la tosse da banco.

I sintomi del danno al cervello possono includere confusione, scarsa concentrazione e perdita di memoria, mancanza di coordinazione, basso desiderio sessuale, stanchezza, apatia, vertigini, depressione, diminuzione delle capacità cognitive, allucinazioni, aggressività, comportamento violento, sbalzi di umore e scarsa capacità di giudizio. L'uso a lungo termine di droghe e alcol è stato collegato ad una maggiore incidenza del morbo di Parkinson.

Come può aiutare

La maggior parte dei danni al cervello dovuti all'uso di droghe e alcol possono essere completamente o parzialmente invertiti. La guarigione del cervello richiede tempo, pazienza e perseveranza, ma ci sono cose che può fare per assicurarsi che il processo proceda il più agevolmente possibile:

  1. Cercare droga e dipendenza da alcool trattamento o riabilitazione, poiché non c'è modo che il cervello guarisca mentre le sostanze tossiche sono ancora nel corpo. Più aspetta, più sarà difficile per il cervello ripararsi.
  2. Non cerchi di disintossicarsi da solo. Cerchi l'aiuto di un centro di disintossicazione o di un centro di trattamento qualificato.
  3. Impari meditazione di consapevolezza o yoga, che possono renderla più consapevole dei suoi pensieri e delle sue azioni e aiutarla a imparare modi meno dannosi di affrontare lo stress e l'ansia.
  4. Ricompensi il suo cervello con attività sane che promuovono la crescita e lo sviluppo del cervello. Ci sono innumerevoli modi per realizzare questo. Per esempio, faccia dei puzzle, impari una nuova abilità, segua un corso o suoni uno strumento musicale. Come un muscolo, il cervello diventa più forte con l'esercizio.
  5. Leggi un buon libro o una rivista, perché leggere esercita il cervello e minimizza lo stress. Potrebbe trovare difficile concentrarsi all'inizio, ma con il tempo diventerà più facile concentrarsi.
  6. Mangia una dieta sana. Non è necessario essere estremi, ma cerchi di mangiare cibi nel loro stato naturale il più possibile. Incorporare oli e proteine sane come pesce, formaggio, uova o carne nutrita con erba. Includa cibi curativi per il cervello come broccoli, verdure a foglia verde, farina d'avena, germe di grano, sedano, bacche, fagioli, noci e semi o curcuma.
  7. Dorma abbastanza, poiché il cervello ha più difficoltà a guarire se si sente esausto. Le persone in fase di recupero spesso hanno bisogno di dalle 8 alle 10 ore per notte, e a volte di un pisolino durante il giorno.
  8. Faccia molto esercizio, ma inizi lentamente.
  9. Passi del tempo con amici e familiari che la sostengono. Trovi il tempo per divertirsi.
Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2017-05-14 21:32:06 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tre × 4 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati