Come lo zucchero influenza il cervello

Non è un segreto che mangiare troppo zucchero ha un impatto negativo sulla salute in diversi modi. Per cominciare, lo zucchero può far ingrassare e un eccesso di zucchero nel sangue per un periodo di tempo può causare resistenza all'insulina, che può portare al diabete in molte persone. Lo zucchero fa male ai denti e, sebbene sia ricco di calorie, non fornisce alcun beneficio nutrizionale. Si sa anche che lo zucchero scatena processi infiammatori nel corpo, che sconvolge l'equilibrio intestinale dei batteri sani, contribuisce all'infiammazione delle arterie e, infine, all'arteriosclerosi. L'infiammazione nel corpo è anche nota per essere un terreno fertile per la crescita di cellule cancerose.

Quanto sopra contiene intuizioni scientifiche vecchie e più recenti, ma quello che molti non capiscono è che lo zucchero crea anche dipendenza. Infatti lo zucchero colpisce il cervello in modo molto simile a alcol e droghe.
Mangiare piccole quantità di zucchero non presenta problemi per la maggior parte delle persone, ma l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda che non più del cinque per cento della dieta provenga dallo zucchero. La maggior parte degli americani e degli europei mangia quasi tre volte quella quantità, e alcuni ne mangiano molto di più.

Come influisce lo zucchero sul cervello? Un solo morso di roba dolce colpisce i recettori sulla lingua e invia un segnale chimico ed elettrico che attiva l'area di ricompensa del cervello - la stessa area responsabile delle sensazioni piacevoli derivanti dal sesso, o dall'uso di alcol, cocaina o altre droghe. Come per le droghe e l'alcol, l'attivazione di quest'area del cervello può provocare voglie e perdita di controllo, anche se in misura minore.

La chimica principale coinvolta in questo complesso processo biologico è la dopamina. Anche se tutti gli alimenti rilasciano dopamina al cervello, lo zucchero ne rilascia una quantità enorme, notevolmente superiore a frutta, verdura, cereali e altri alimenti che si trovano in natura.
In un esperimento condotto dall'Università di Princeton, i ricercatori hanno privato i ratti del cibo per 12 ore al giorno. Per le 12 ore successive, i ratti hanno avuto accesso a due alimenti - il normale "chow" per ratti e una soluzione zuccherina. I ratti hanno mostrato una netta preferenza per il cibo dolce e presto hanno cominciato a mostrare segni di depressione ed estremo stress durante le 12 ore in cui il cibo zuccherato non era disponibile - sintomi che ricordano da vicino l'astinenza da droghe e alcol.

Lo zucchero è un termine generale che include non solo il saccarosio (il comune zucchero da tavola), ma anche il glucosio, il fruttosio, il lattosio, il destrosio, il maltosio e molti altri. Il corpo non conosce la differenza tra zucchero lavorato e zucchero naturale, e forme di zucchero come il miele, lo zucchero grezzo e lo sciroppo di mais hanno lo stesso effetto di dipendenza sul cervello. Evitare lo zucchero è più difficile di quanto molti pensino, e spesso ingeriamo zucchero senza rendercene conto perché lo zucchero si trova in cibi ovvi come caramelle, bibite e frutta, ma anche in cibi che non ci si aspetta come ketchup, pane, cereali, condimento per insalata, salsiccia e alcuni tipi di yogurt.

Una dieta sana è fondamentale durante il trattamento della dipendenza e il recupero, ma le voglie di zucchero sono tipiche dei tossicodipendenti in fase di recupero, che possono inavvertitamente scambiare una dipendenza con un'altra. Mangiare troppo zucchero può alterare l'umore e scatenare le voglie di droghe e alcol. Troppo zucchero può anche riempire e diminuire l'appetito per cibi sani e nutrienti che possono ridare energia e salute generale.

La medicina ortomolecolare può ristabilire l'equilibrio di minerali traccia e vitamine che aiuta a frenare le voglie di zucchero, una dieta equilibrata, l'esercizio fisico e soprattutto l'apprendimento della nutrizione sono fondamentali così come la psicoterapia, che aiuta a "staccare" dallo zucchero tanto quanto da altre droghe o dall'alcol.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2015-06-30 19:21:08 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 × quattro =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati