Cosa succede al cervello durante un blackout?

Il blackout indotto dall'alcol è poco compreso e molto più comune di quanto la maggior parte delle persone si renda conto. I blackout frequenti sono estremamente pericolosi a breve termine e comportano il potenziale di danni cerebrali gravi e irreversibili a lungo termine.

A differenza di una persona che sviene per aver bevuto troppo e si sente profondamente imbarazzata per il suo comportamento la mattina seguente, una persona nel mezzo di un blackout non ha assolutamente alcuna consapevolezza e nessun ricordo degli eventi. L'individuo può comportarsi normalmente durante il blackout, oppure può mandare email sgradevoli a un capo o a un ex-amante, guidare in modo sconsiderato, fare a botte o infrangere la legge.

I ricordi innumerevoli di attività ed eventi da parte di familiari e amici non servono assolutamente a nulla perché il blackout funziona come un blocco stradale che blocca il funzionamento della memoria di lavoro del cervello. Gli avvenimenti e gli eventi durante il blackout non arrivano mai alla memoria a lungo termine del cervello. Il tempo è completamente perso, per non tornare mai più.

Una forma di amnesia

I blackout sono una forma di amnesia anterograda, il che significa che sebbene una persona possa essere impegnata e attiva durante l'episodio, è impossibile formare nuovi ricordi. Tuttavia, i ricordi formati prima del blackout non vengono intaccati.

I ricercatori hanno determinato che i danni alla memoria associati al blackout interferiscono con il funzionamento dell'ippocampo, l'area del cervello associata alla formazione di nuovi ricordi. Più alcol si consuma, maggiore è la perdita di memoria e il rischio di danni a lungo termine. È facile capire perché i blackout sono così pericolosi.

Gli scienziati non sanno spiegare perché alcuni alcolisti e bevitori pesanti non hanno mai blackout, mentre i bevitori moderati o sociali possono avere episodi ogni volta che bevono. Tuttavia, sembra che i blackout non siano scatenati dalla quantità di alcol, ma dalla velocità con cui viene consumato e dal conseguente picco di alcol nel sangue.

Ovviamente, sbattere un drink è una pessima idea. Anche bere a stomaco vuoto fa sì che l'alcol colpisca rapidamente il flusso sanguigno, aumentando così il rischio di svenimento. Anche combinare l'alcol con altre droghe come benzodiazepine aumenta il rischio.

Rischio di danni permanenti

I blackout - anche episodi occasionali - vanno sempre presi sul serio. Gli esperti non sono sicuri che creino danni permanenti al cervello, ma ci sono forti indicazioni che i blackout frequenti creano un potenziale di danni a lungo termine alla memoria e alla salute generale. Ripetute bevute pesanti aumentano il rischio.

Mentre interferire con il funzionamento del cervello non è mai una buona idea, è anche importante considerare le possibili conseguenze negative di azioni ed eventi durante il blackout.

Se è preoccupato per il suo bere, potrebbe essere il momento di considerare di entrare in un trattamento di droghe e alcol o rehab. Se qualcuno che ama sperimenta blackout mentre è sotto l'influenza, lo incoraggi a cercare aiuto il prima possibile.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2017-03-29 22:08:45 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

17 − sedici =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati