Cose da non dire a una persona con un disturbo d’ansia

I disturbi d'ansia sono un gruppo di disturbi mentali che includono disordine d'ansia generalizzato, fobie, disturbo d'ansia sociale, disturbo di panico, disordine ossessivo-compulsivo (OCD), e disordine da stress post-traumatico (PTSD). I sentimenti di paura e preoccupazione possono variare da lievi a gravi.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che i disturbi d'ansia colpiscano 264 milioni di persone nel mondo e il numero cresce ogni anno.

L'ansia è un disturbo difficile e molte persone lottano per sapere le parole giuste da dire quando un amico o una persona cara sta lottando. Anche se la maggior parte dei commenti ha lo scopo di aiutare, possono peggiorare ulteriormente la situazione.

Se si sta chiedendo cosa dire (e cosa NON dire) ad una persona con un disturbo d'ansia, ecco alcuni suggerimenti:

Cosa NON dire: Si calmi!

Perché: Questo commento probabilmente farà sentire il suo amico arrabbiato, frustrato, colpevole e ancora più ansioso. Non vorrebbe altro che calmarsi, ma l'ansia è un disturbo mentale e semplicemente "superarla" è impossibile.

Dica invece questo: Lei è importante per me. Farò del mio meglio per ascoltare e capire.

Cosa NON dire: È tutto nella tua testa.

Perché: La sua amica sa che la sua paura e ansia sono irrazionali, ma questo non rende l'ansia meno reale. La sua amica non sta immaginando la sua ansia. Commenti come questo dimostrano una mancanza di comprensione da parte sua.

Dica invece questo: So che questo è un momento difficile per lei. Non arrenderti!

Cosa NON dire: Rilassati!

Perché: L'incapacità di rilassarsi è una delle caratteristiche comuni del disturbo d'ansia. Suggerire a una persona con un disturbo d'ansia di rilassarsi è come dire a una persona con un'allergia di smettere di starnutire. Se il suo amico potesse rilassarsi, lo farebbe.

Dica invece questo: Mi dispiace che tu stia passando questo momento. Sono qui per te.

Cosa NON dire: Stai pensando troppo.

Perché: I pensieri frenetici si accompagnano ad un disturbo d'ansia. Il suo amico è costantemente in allerta e dirgli di spingere i pensieri fuori dalla testa può intensificare l'ansia.

Dire questo invece: Sono qui per ascoltare. Posso abbracciarti?

Cosa NON dire: Smettila di stressarti!

Perché: Ansia e stress non sono la stessa cosa, anche se i sintomi possono essere simili. La differenza è che i sintomi dell'ansia durano molto più a lungo di una risposta di stress, che di solito è di breve durata.

Dire questo invece: Questo deve essere molto difficile per lei. Può dirmi di più?

Cosa NON dire: Non si preoccupi delle piccole cose.

Perché: Lei può pensare che l'ansia del suo amico sia irrilevante, ma per il suo amico non esistono "piccole cose". Questo commento, pur volendo essere d'aiuto, farà sentire la sua amica come se le sue paure e preoccupazioni non fossero importanti.

Dica invece questo: Le sue preoccupazioni non sono sciocche. Va tutto bene.

Cosa NON dire: Prenda un drink, le calmerà i nervi.

Perché: automedicare l'ansia con l'alcol è una pessima idea. Per molte persone sfocia nella dipendenza e nella necessità di un trattamento con alcol o di una riabilitazione. L'abuso di sostanze non è una risposta al disturbo d'ansia.

Dica questo invece: Incoraggi il suo amico a cercare una consulenza se la sua ansia è fuori controllo. Se si sta già automedicando con droghe e alcol, lo incoraggi a cercare un trattamento per la dipendenza il prima possibile.

Il trattamento per l'ansia è molto efficace

Se ha un problema di ansia o se è preoccupato che una persona cara ne mostri i sintomi, lo prenda sul serio. L'ansia è un disturbo difficile, ma è curabile. I farmaci ansiolitici possono essere utili, specialmente se usati insieme alla Terapia Cognitiva Comportamentale (CBT) o altre forme di consulenza.

Se la sua ansia è grave, un aiuto professionale può aiutarla a far fronte alle sue preoccupazioni e paure. Se fa uso di droghe o alcool per sentirsi meglio, consideri la possibilità di controllare il trattamento di droghe e alcool o il rehab.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2018-02-21 16:57:28 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dieci − sette =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati