Dormire bene durante il recupero

Le settimane e i mesi durante e dopo il trattamento di droghe e alcol e la riabilitazione non sono facili, e i problemi di sonno possono rendere le cose ancora più difficili per le persone in fase di recupero. L'insonnia, accompagnata da irrequietezza, rigirarsi, risvegli frequenti, pensieri frenetici, incubi e ansia può verificarsi occasionalmente, o possono essere eventi notturni che durano per giorni, settimane o addirittura mesi.

Secondo il Journal of Addiction Medicine, l'insonnia è cinque volte più diffusa tra le persone in recupero rispetto alla popolazione generale. Sebbene l'insonnia si verifichi frequentemente con qualsiasi tipo di dipendenza, l'alcolismo è il fattore che contribuisce più comunemente, colpendo fino a tre quarti di tutti gli alcolisti dopo la disintossicazione.

Le difficoltà di sonno, che possono aumentare significativamente il rischio di ricaduta, devono sempre essere prese sul serio. L'insonnia a lungo termine non solo può minacciare il recupero, ma può causare una lunga lista di problemi fisici e mentali, tra cui grave spossatezza, depressione, ansia, irritabilità, pensiero annebbiato, pressione alta e aumento di peso. Senza un adeguato riposo, si è più soggetti a incidenti e più suscettibili a raffreddori, influenza e altre malattie.

Abuso di sostanze e insonnia

Troppo spesso la dipendenza inizia quando le persone si rivolgono a varie sostanze per aiutarle a dormire, e l'alcol, un depressore del sistema nervoso centrale, è il maggior colpevole. Le persone che bevono un drink o due per rilassarsi all'ora di andare a letto spesso scoprono che si svegliano spesso durante la notte e hanno bisogno di un altro drink o due per tornare a dormire.

Benzodiazepine come Valium o Ativan e altri farmaci frequentemente prescritti per l'ansia possono dare sollievo a breve termine, ma possono diventare rapidamente assuefazione. I problemi di sonno in genere peggiorano molto una volta che i farmaci vengono sospesi.

Gli antidolorifici oppiacei come OxyContin o Vicodin possono causare sonnolenza, ma il sonno di solito non è riposante. L'uso a lungo termine di antidolorifici può causare apnea del sonno, una condizione pericolosa che può causare pressione alta, emicrania, perdita di memoria, privazione di ossigeno e morte.

Stimolanti come cocaina o meth possono anche creare enormi problemi perché la fanno sentire ben sveglio e vigile anche quando il suo corpo ha un serio bisogno di una buona notte di sonno. Anche il caffè e altre bevande con caffeina possono interferire con una buona notte di sonno.

Trattamento per l'insonnia e altri problemi di sonno

Nei primi giorni di trattamento e riabilitazione da droghe e alcol, ci vuole molto tempo per reimparare il processo di dormire naturalmente. I consulenti usano varie tecniche come CBT (Cognitive Behavioral Therapy), una forma di terapia molto efficace che aiuta le persone in trattamento ad imparare ad esaminare e cambiare schemi di pensiero negativi e atteggiamenti irrealistici sul sonno.

Biofeedback e meditazione di consapevolezza sono trattamenti benefici che aiutano le persone ad ottenere un miglior controllo sulle risposte fisiche, a combattere lo stress e a calmare il corpo e la mente.

Melatonina, un ormone naturale coinvolto nel ciclo sonno/veglia del corpo è utile per molte persone. Anche se è considerata sicura ed è disponibile al banco, non dovrebbe essere usata senza la guida di un medico.

I farmaci su prescrizione non sono tipicamente usati per persone in trattamento per la dipendenza, anche se possono essere prescritti in certe condizioni. Tali farmaci sono attentamente monitorati e usati per periodi di tempo molto brevi.

Imparare sane abitudini di sonno

Se è in recupero, veda un medico se le sue difficoltà di sonno continuano. Dica al suo medico che è in trattamento in modo che non le prescriva inavvertitamente farmaci che potrebbero minacciare il suo successo.

Se sta lottando con difficoltà di sonno durante il recupero, può anche aiutarla a imparare alcune sane abitudini di sonno:

  • Stabilire un programma di sonno regolare. Vada a letto e si alzi alla stessa ora ogni giorno.
  • Faccia qualcosa di rilassante prima di dormire. Legga un libro, faccia un bagno caldo, ascolti musica calmante, si goda una tazza di camomilla.
  • Faccia attenzione a mangiare troppo vicino all'ora di andare a letto, perché essere troppo pieno o troppo affamato può tenerla sveglio. Ceni qualche ora prima di andare a letto. Se ha fame, faccia uno spuntino leggero ad alto contenuto proteico che la tenga sveglia fino al mattino.
  • Faccia esercizio fisico ogni giorno, ma eviti l'esercizio vigoroso prima di andare a letto. Una passeggiata all'aria aperta può essere la cosa giusta per aiutarla a sentirsi rilassato.
  • Tenga le cose al buio e in silenzio prima di andare a letto. Lasci il suo cellulare in un'altra stanza e spenga la TV e il computer. Se i suoni la tengono sveglia, consideri un ventilatore o una macchina che fa rumore bianco. Se la luce le dà fastidio, si procuri delle tende pesanti che bloccano la luce.
  • Non rimanga a letto se non dorme dopo 20 minuti o se non riesce a riprendere sonno dopo essersi svegliato. Si alzi e legga o ascolti musica rilassante.
  • Passi un momento a pensare alla gratitudine prima di andare a dormire ogni sera. Ricordare anche eventi semplici come una telefonata di un amico, una giornata di sole o un complimento al lavoro può aiutare a liberare la mente, facendola sentire più felice e tranquillo.
Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2017-04-16 21:49:27 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

11 − 1 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati