Cinque consigli per prendersi cura della propria salute mentale nell’industria musicale

Sebbene lo stereotipo dell'"artista problematico" sia vecchio quanto l'arte stessa, i problemi di salute mentale nell'industria musicale stanno raggiungendo proporzioni epidemiche.

Five Tips for Looking After Your Mental Health in the Music Industry
Cinque consigli per prendersi cura della propria salute mentale nell'industria musicale

Una condizione di salute mentale particolarmente diffusa (e fino a poco tempo fa molto trascurata) che gli artisti hanno una maggiore probabilità di sviluppare è il disturbo bipolare. Ad esempio, un innovativo studio svedese (2012) ha rilevato che, analizzando 700.000 adolescenti svedesi, i sedicenni che eccellevano in creatività avevano una probabilità quattro volte maggiore di sviluppare il disturbo bipolare rispetto alle loro controparti meno artistiche. Il disturbo bipolare è caratterizzato da periodi di depressione e tristezza combinati con periodi di euforia maniacale, durante i quali un individuo può sperimentare paranoia, aumento della fiducia in se stesso, comportamenti a rischio, pensieri affrettati o comportarsi in modo "fuori dal personaggio". Quando un individuo esce da una fase depressiva, il cervello è sovraccarico di attività e può provare sentimenti di ispirazione o di creatività estremamente elevata. Tuttavia, il disturbo bipolare può compromettere gravemente la vita, il benessere e la salute di un individuo. Mentre gli alti dell'episodio maniacale possono portare a idee creative, i bassi dell'episodio depressivo sono eccezionalmente canalizzanti e spesso portano alla dipendenza da sostanze o a pensieri suicidi.

Tuttavia, nonostante la necessità di assistenza per la salute mentale nell'industria musicale, questa rimane carente. Nel 2018, un'indagine della Music Industry Research Association ha rilevato che il 50% dei musicisti lotta contro la depressione, una percentuale due volte superiore a quella della popolazione adulta in generale. Un'altra recente indagine (2019) ha rilevato che il 73% degli artisti ha segnalato difficoltà di salute mentale, ma solo il 19% ritiene che l'industria musicale offra condizioni di lavoro sane e di supporto.

Alla luce di questa crescente preoccupazione, gli esperti di Paracelsus Recovery hanno fornito cinque consigli per gli artisti che lottano contro le difficoltà emotive.

1. Trovare qualcosa su cui concentrarsi al di fuori della musica.

Gli artisti sono persone appassionate e trovare qualcosa che si ama è fondamentale per chi ha trasformato il suo passatempo principale in una professione. I confini possono diventare così labili che ogni volta che si prende in mano il proprio strumento per rilassarsi, si rischia di aumentare le pressioni legate al lavoro. Trovare un'altra forma d'arte, come la pittura, il cinema o la scrittura creativa, potrebbe aiutarvi a riconnettervi con quel bambino creativo interiore che originariamente trovava conforto nell'espressione artistica.

2. Riconoscere i propri limiti.

Anche se tutti dobbiamo affrontare la pressione di fare colpo, non c'è professione in cui questa pressione sia così profonda come nell'industria musicale. Durante le tournée, gli artisti trascorrono mesi e mesi con la costante pressione di entrare in contatto con il pubblico in ogni concerto, come se fosse una sola serata. Ogni sera l'artista deve esercitare livelli estremi di energia, capacità musicale, resistenza fisica e vulnerabilità emotiva. Questa pressione può distruggere la nostra autostima e potenzialmente portare al burnout o alla depressione. Può portare l'individuo a superare le proprie capacità, affidandosi di conseguenza a sostanze per sopravvivere a ogni esibizione. Di fronte a questo peso crescente, è fondamentale essere compassionevoli con le proprie capacità umane, piuttosto che forzarsi ad andare oltre. Un artista è prima di tutto un essere umano imperfetto, vulnerabile e limitato, che può dare solo fino a un certo punto.

3. Praticare la gratitudine (ma non fino al punto di sentirsi in colpa).

Riportare la mente ai giorni in cui la vostra realtà attuale non era altro che un sogno può aiutarvi a riconnettervi con chi eravate prima che la fama e il successo vi spingessero in una realtà alternativa. In questo modo, è possibile provare orgoglio e gratitudine per tutto ciò che si è raggiunto, piuttosto che paura e panico per ciò che potrebbe accadere in futuro. Tuttavia, è bene ricordare che la gratitudine non serve a nulla se viene usata come punizione per ciò che proviamo. La malattia mentale prospera nell'isolamento e a volte il sentimento di fallimento per essere infelici quando si è ottenuto "tutto ciò che si voleva" perpetua la sofferenza in solitudine. La malattia mentale può colpire chiunque, in qualsiasi fase della vita. Questo è particolarmente vero quando il vostro stile di vita è aggravato dall'instabilità e dalla solitudine, mentre le vostre attività creative vi richiedono di portare il vostro cuore sulla manica.

4. Raggiungere la famiglia e gli amici.

Gli artisti sono la colonna sonora della vita sociale di tutti gli altri, ma di conseguenza si può sottovalutare quanto possa essere solitario vivere sulla strada e esibirsi. Se un artista acquisisce fama mondiale, il problema si aggrava, poiché milioni di persone affermano di amarlo senza conoscerlo. Se vi trovate a lottare contro la salute mentale, la stanchezza o i modelli di pensiero negativi, è fondamentale trovare le persone di cui vi fidate e contattarle. Così facendo, invochiamo la compassione per la nostra esperienza e ci ricordiamo implicitamente che siamo meritevoli di amore e sostegno e siamo umani, come tutti gli altri. Questo è particolarmente importante se vi trovate a fare affidamento sulle sostanze per sentirvi in contatto con gli altri e per colmare il bisogno genuino di connessione emotiva.

5. Non affidatevi alle sostanze per la creatività.

Infine, una delle cose più importanti da ricordare è che, nonostante gli stereotipi prevalenti, sostanze come droghe o alcol non inducono o aiutano la creatività. Fenomeni culturali come il club dei 27 o l'eroina chic possono essere pericolosi perché romanzano una vita dolorosa, squilibrata e breve. È fondamentale ricordare che siete voi il genio creativo e che la sostanza vi fornisce solo un'effimera esplosione di fiducia e di convinzione nelle vostre capacità. Se state lottando contro l'abuso di sostanze, è fondamentale essere onesti con voi stessi in modo compassionevole. Cercando aiuto, potreste scoprire di migliorare non solo la qualità della vostra vita, ma anche la vostra musica.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2020-07-29 11:01:15 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

The newest posts

Our private articles and press releases