Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

Gioco in Internet e dipendenza

La dipendenza da videogiochi non è ancora formalmente riconosciuta come un disturbo diagnosticabile; ed è considerata una condizione che necessita di ulteriori ricerche prima di poter essere inclusa nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM), pubblicato dall'American Psychiatric Association. Tuttavia, chiunque abbia passato del tempo con una persona che gioca ai giochi escludendo una vita normale e felice sa che la dipendenza da videogiochi esiste.

Anche se non è una dipendenza da sostanze, le prime ricerche indicano che la dipendenza da videogiochi crea cambiamenti chimici nella parte del cervello responsabile del piacere, molto simile ad una dipendenza da alcol o droga. Come una dipendenza da sostanze, può provocare sintomi di astinenza quando si smette, e le ricadute sono comuni.

Studi indicano che circa il 10-15% dei giocatori diventa dipendente, e che la dipendenza da videogiochi colpisce più spesso uomini e ragazzi che donne e ragazze. Si riscontra più spesso nei maschi in età universitaria. Tuttavia, è importante ricordare che non tutti i giocatori di Internet diventano dipendenti. Molte persone sono in grado di divertirsi con i videogiochi in modo ragionevole senza minacciare la vita sociale, le relazioni, la carriera, gli studi o le finanze.

Secondo l'University Counseling Center della Notre Dame University, una recente ricerca condotta con studenti universitari indica che gli studenti dipendenti sono coinvolti nel gioco per almeno otto o nove ore alla settimana. A questo livello, il gioco è correlato a problemi personali e ritiro sociale. I giocatori che hanno una media di tre ore a settimana mostrano meno segni di dipendenza, mentre i giocatori occasionali, non dipendenti, passano generalmente solo circa due ore o meno a settimana e non mostrano caratteristiche di dipendenza.

Se è preoccupato che il gioco occasionale stia diventando una dipendenza, ci sono diversi segnali di avvertimento da osservare:

  • Una persona che è dipendente dal gioco online è preoccupata dal gioco, anche durante il suo tempo off-line.
  • I giocatori di internet che sono dipendenti alla fine svilupperanno una tolleranza, e più tempo di gioco è richiesto per produrre lo stesso "high". Questo è molto simile alla tolleranza che risulta dalla dipendenza da droghe e alcol.
  • Le ore possono volare via e i giocatori dipendenti possono perdere la cognizione del tempo. Una persona dipendente può stare al computer dal tramonto all'alba e poi dormire tutto il giorno. In alcuni casi, i giocatori possono saltare i pasti o mangiare fast-food per non perdere tempo in rete.
  • La dipendenza dal gioco al computer può manifestarsi con sintomi fisici come torcicollo, mal di schiena, sindrome del tunnel carpale, mal di testa o affaticamento degli occhi. Questi disturbi minori possono trasformarsi in un grave decondizionamento del corpo, perdita di massa muscolare e ossea, aumento di peso, problemi di pressione sanguigna, zucchero nel sangue, ecc.
  • I giocatori dipendenti possono diventare lunatici, irritabili o ansiosi quando sono lontani dal computer. Tendono a desiderare il gioco come un tossicodipendente desidera la droga o l'alcol.
  • Le persone dipendenti dal gioco tendono a negare l'esistenza di un problema, mentono sulle loro attività online o minimizzano la quantità di tempo che passano online.
  • Diventano socialmente ritirati e impacciati, aggressivi o depressivi, i loro voti scolastici calano o perdono il lavoro a causa di prestazioni insufficienti.

Il gioco può sembrare un'attività innocua rispetto all'alcolismo o all'uso di droghe pesanti come la metanfetamina o l'eroina, ma come ogni dipendenza da sostanze, può portare a relazioni rovinate, lavori persi, fallimenti accademici, malattie mentali e, in generale, vite spezzate. Inoltre, molti giovani dipendenti dal gioco sono online quando dovrebbero godersi il tempo con la famiglia e gli amici. Di conseguenza, non riescono a sviluppare abilità sociali che li portino avanti nella vita. Purtroppo alcuni muoiono presto.

Nel mondo moderno i computer sono un aspetto necessario della vita quotidiana, il che rende una dipendenza da gioco diversa da una dipendenza da sostanze. Tuttavia, è possibile smettere di giocare e usare i computer in modo responsabile. Molti giocatori dipendenti non sono in grado di smettere da soli, ma un trattamento completo è spesso la risposta e una fonte di grande speranza per una vita normale e felice.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2015-05-06 21:12:33 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati