Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

I disturbi alimentari non fanno discriminazioni

I media di oggi danno grande importanza alla magrezza; e nel mondo occidentale siamo inondati da pubblicità di perdita di peso, un flusso continuo di mode dietetiche e un'immagine non realistica del corpo delle donne. Tuttavia, fino agli anni '50, le donne estremamente magre non erano considerate attraenti quanto le donne paffute e formose.

Conversamente, almeno 30 milioni di donne negli Stati Uniti sono affette da vari disordini alimentari, e due terzi sono donne. Anche se i disordini alimentari affliggono principalmente le donne, non è una malattia di sole donne bianche benestanti. I disordini alimentari e i problemi di peso colpiscono persone di tutte le razze ed etnie.

La National Eating Disorders Association nota che disordini alimentari sono prevalenti tra ispanici, asiatici e donne afroamericane. Mentre le donne con una forte identità culturale non sono state così suscettibili ai disordini alimentari, la ricerca di un corpo magro sta diventando sempre più importante nelle donne di colore.

Purtroppo, anche la comunità medica continua ad operare sotto l'errata convinzione che i disordini alimentari colpiscano le giovani donne bianche e privilegiate. Di conseguenza, i problemi che colpiscono le donne della classe medio-bassa e le donne di colore spesso non vengono trattati e non denunciati, il che contribuisce all'idea errata che non siano affette da disturbi alimentari con la stessa frequenza delle donne bianche.

Disturbi alimentari nelle comunità etniche

I disturbi alimentari e i problemi di peso non sono sempre facilmente compresi nelle comunità etniche, specialmente nelle famiglie che hanno vissuto a lungo in povertà. Per esempio, i giovani possono essere costretti con vergogna a mangiare, anche quando sono pieni, e il cibo a volte viene usato per consolare i bambini. Alla fine, i bambini perdono la loro capacità naturale di affidarsi agli indizi corporei per dire loro quando sono pieni o affamati.

Storicamente, la cultura afroamericana è stata più accettabile per i tipi di corpo più grandi, e la convinzione che le donne nere siano più a loro agio con corpi più paffuti esiste ancora. Tuttavia, poiché le donne nere accettano le norme culturali dominanti delle donne bianche, diventano più suscettibili all'insoddisfazione corporea e ai disordini alimentari.

Sono necessarie altre ricerche

Negli ultimi anni i disordini alimentari sono diventati più diffusi nei paesi non occidentali, compresi il Medio Oriente e la Cina. Molti pensano che questo sia il risultato della potente influenza occidentale e delle immagini pervasive e distorte delle donne da parte dei media. È anche importante tenere presente che, come le donne bianche, le donne di colore sono influenzate non solo da questioni culturali, ma anche da stress genetici, culturali e ambientali che influiscono sull'immagine corporea.

Anche se i disordini alimentari colpiscono tutte le etnie e le demografie, la ricerca si è limitata in gran parte alle donne bianche occidentali. Mentre i disordini alimentari sono complessi e i fattori scatenanti associati a overeating possono essere culturali, non è sufficiente studiare l'afflizione nel contesto di un gruppo selezionato ignorando i disordini alimentari tra la più ampia popolazione globale.

Clinici, ricercatori ed educatori devono iniziare cambiando il loro modo di pensare. Una ricerca e trattamento efficaci dei disturbi alimentari richiedono la consapevolezza dei fattori che colpiscono tutte le popolazioni - non solo i fattori culturali, e non solo le questioni che colpiscono le donne bianche occidentali di classe superiore.

Le potrebbe interessare anche guardare questo <a href="https://tedmed.com/talks/show?id=530900

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-02-25 13:01:36 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati