Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

I tossicodipendenti in trattamento dovrebbero smettere di fumare?

Droghe, alcol e fumo vanno spesso di pari passo. Anche se le sigarette sono legali e le conseguenze possono non essere così disastrose come gli effetti dell'alcolismo o dell'abuso di droghe, il fumo è comunque una grave dipendenza. Malattia, sofferenza e morte prematura causate dall'uso di nicotina sono ben documentate.

Studi condotti dalla SAMHSA (la Substance Abuse and Mental Health Services Administration) indicano che più del 60% delle persone con disturbi da abuso di sostanze sono consumatori di tabacco, rispetto al 28% circa della popolazione generale. La ricerca indica anche che i consumatori di droghe e alcol tendono ad essere fumatori più pesanti. Così, il rischio di gravi condizioni croniche come asma, problemi cardiaci e polmonari, cancro, una durata di vita ridotta e, infine, una morte più precoce sono associati all'uso di nicotina e quindi rappresentano un rischio maggiore per le persone dipendenti.

La controversia

Alla luce di queste spaventose "statistiche", può sembrare ovvio che la cessazione del fumo debba essere incorporata nel trattamento di droghe e alcol e nella riabilitazione, e in passato smettere di fumare era talvolta una condizione del trattamento. Tuttavia, la risposta non è così semplice e ci sono argomenti validi sia a favore che contro.

Is Quitting During Treatment Always A Good Idea?

Smettere di fumare durante il trattamento di droghe e alcol non è sempre vantaggioso e molti fornitori di trattamento si oppongono all'idea. Perché? Permettere di continuare a fumare può sembrare controintuitivo, ma le persone in trattamento per droga o dipendenza da alcol hanno una strada difficile da percorrere. La preoccupazione è che lo stress extra che comporta la lotta contro una dipendenza secondaria possa essere abbastanza opprimente da far deragliare completamente il trattamento.

Il bisogno di smettere non viene ignorato o spazzato sotto il tappeto, ma ai fumatori viene spesso consigliato di affrontare l'abitudine alla nicotina dopo essersi stabiliti nel recupero per almeno un anno intero.

Sul rovescio della medaglia, il NIDA (The National Institute for Drug Addiction) sostiene che il trattamento del fumo non influisce negativamente sul trattamento e, di fatto, può effettivamente migliorare i risultati del trattamento per la dipendenza da droghe e alcol, forse perché recidere la stretta connessione tra fumo e droghe rende più facile rinunciare ad entrambi.

Come ogni altra dipendenza, il fumo è un modo per sfuggire alle sfide della vita. Alcuni professionisti del trattamento sostengono che il fumo può scatenare cravings, e che continuare a fumare dopo il trattamento può aumentare significativamente il rischio di ricaduta.

Readiness and other Factors

Alcuni individui possono essere pronti a fare scelte sane, e smettere di fumare per sempre è sempre lo scopo finale. Tuttavia, per i clienti che non sono ancora disposti o in grado di smettere, anche una riduzione può essere un risultato positivo che può migliorare notevolmente la salute.

A nostro avviso, ogni situazione deve essere valutata realisticamente su base individuale, e i fumatori non dovrebbero mai essere costretti a smettere o fatti sentire in colpa. Le considerazioni includono i desideri di ogni cliente, le aspettative per il trattamento e il suo desiderio e la sua disponibilità a smettere. Altri fattori riguardano la storia del fumo e la gravità della dipendenza da nicotina.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-05-08 11:20:18 e tradotto in Italiano nel 2021

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati