Il CBD può contrastare i sintomi della psicosi

La psicosi, definita come una grave malattia mentale caratterizzata da una perdita di contatto con la realtà, è estremamente difficile da trattare con i farmaci standard. Studi recenti suggeriscono che l'olio di CBD può fornire una speranza per alleviare i sintomi difficili.

La psicosi accompagna frequentemente la schizofrenia, ma i sintomi possono essere causati anche da abuso di alcol, psicosi indotta da farmaci, demenza grave, lesioni cerebrali, trauma, o alcuni disturbi neurologici.

I sintomi vengono in genere trattati con farmaci, ma i farmaci antipsicotici comportano una serie di potenziali effetti collaterali, compresi disturbi del movimento, spasmi muscolari, aumento di peso, vertigini, sonnolenza, nausea e vomito.

Non sorprende che le persone che hanno problemi ad affrontare i numerosi e spiacevoli effetti collaterali dei farmaci per la psicosi possano non seguire il piano di trattamento o semplicemente dimenticare di prendere i farmaci. In altri casi, si sentono così bene che decidono che i farmaci non sono più necessari.

Che cos'è l'olio di CBD?

CBD (Cannabidiolo), è uno dei due composti chimici attivi nella marijuana. Il composto più comune è il THC (Tetraidrocannabinolo), che è la sostanza chimica che fa sballare la gente. Il CBD non provoca effetti euforici.

In effetti, la marijuana ricreativa (a base di erbe) è allevata per contenere un alto livello di THC e pochissimo CBD. Nella maggior parte dei casi, il CBD viene estratto dalla canapa, che è meno lavorata e contiene un maggiore contenuto di CBD.

Perché il contenuto di CBD è così basso nella marijuana ricreativa, è impossibile raggiungere gli alti livelli di CBD usati negli studi di ricerca fumando uno spinello. Tuttavia, l'olio di CBD a base di canapa, che non contiene THC, è ora legale per l'acquisto in molte aree.

THC May Trigger Psychosis

Interessante, numerosi studi suggeriscono che THC può effettivamente scatenare psicosi o peggiorare i sintomi in persone inclini alla schizofrenia, ma gli effetti dell'olio di CBD sembrano essere esattamente il contrario. Questa è una buona ragione per cui le persone con sintomi di schizofrenia non dovrebbero mai fumare marijuana a scopo ricreativo.

CBD: Non una cura magica

Il CBD non dovrebbe essere considerato una cura per la schizofrenia o altri disturbi psicotici. Nella maggior parte dei casi, il CBD non viene usato come sostituto dei farmaci antipsicotici, ma può essere utile se usato come supplemento ai farmaci standard, sotto la supervisione di uno psichiatra esperto.

L'olio di CBD è già usato come terapia farmacologica del PTSD, e può alleviare l'ansia e altri disturbi. Sebbene possa facilitare la vita alle persone che soffrono di schizofrenia e/o psicosi, sono necessarie ricerche più approfondite prima che la sostanza sia ampiamente utilizzata.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2017-12-13 14:30:56 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

16 − 6 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati