Il cortisolo può aiutare nel recupero dalla dipendenza da droghe e alcol

Nuovi studi suggeriscono che il cortisolo, un ormone dello stress prodotto nelle ghiandole surrenali, può avere un ruolo importante nel recupero dalla dipendenza da opiati.

Rilasciato dal corpo in momenti di pericolo, il cortisolo ci aiuta a prendere decisioni immediate che ci tengono al sicuro - una reazione comunemente conosciuta come la risposta "lotta o fuga". Può anche servire come tampone dello stress, minimizzando così le voglie e riducendo il rischio di ricaduta.

Questa è una notizia importante per i centri di trattamento di droghe e alcol e le riabilitazioni. La dipendenza da droghe oppioidi, tra cui eroina, morfina e medicinali come idrocodone, codeina e ossicodone, colpisce da 13 a 22 milioni di persone nel mondo. Con la dipendenza aumenta il rischio di infezioni, crimini violenti e morte per overdose.

Il cortisolo in varie forme è usato per trattare diversi disturbi, tra cui artrite, disturbi del sistema sanguigno, alcune condizioni di occhi e pelle, reazioni allergiche, problemi respiratori e alcuni tipi di cancro.

Cortisolo, memoria e voglie

I ricercatori pensano che il cortisolo sia associato alle voglie perché la dipendenza e la memoria condividono circuiti cerebrali comuni e il cortisolo influenza il recupero dei ricordi. Quando il cortisolo interferisce con questo processo, le voglie di oppiacei non vengono immagazzinate nelle banche della memoria della mente.

Inoltre, sembra che il cortisolo possa influenzare il rilascio di dopamina, che si riversa nel cervello in grandi quantità durante l'uso di droghe e alcol. Se il cortisolo limita il rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore a volte conosciuto come "ormone della felicità", potrebbe anche diminuire l'euforia prodotta dagli oppiacei.

Anche se non è stato ancora provato, il cortisolo potrebbe anche aiutare gli individui con disturbi d'ansia interferendo con la capacità del cervello di immagazzinare ricordi spaventosi o dolorosi.

Cortisolo: Lo studio

Lo studio di ricerca, eseguito all'Università di Basilea in Svizzera, ha coinvolto 29 eroinomani ai quali è stato somministrato cortisolo o un placebo 105 minuti prima di ricevere una dose di eroina.

Rispetto al placebo, il cortisolo ha ridotto le voglie del 25%.

Anche se i risultati mostrano una grande promessa per trattamento della dipendenza da droghe e alcol e riabilitazione in futuro, sono necessari studi più ampi per determinare se il cortisolo attenuerà le voglie per individui che usano grandi quantità di eroina. Lo studio ha coinvolto quantità relativamente basse della droga.

Sono necessarie anche altre ricerche per capire se il cortisolo aiuterà le persone a rimanere pulite più a lungo, o se può aiutare nella dipendenza dal gioco d'azzardo o nelle voglie di altre droghe, compresa la nicotina. Attualmente sono in programma ulteriori studi.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2017-09-28 15:53:37 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque − 3 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati