Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

Il mito del suicidio in vacanza

Il tasso di suicidi scende durante i mesi invernali

 

L'idea che il tasso di suicidi aumenti durante i mesi invernali e raggiunga un picco durante le festività natalizie è un mito diffuso che continua a essere presentato negli articoli di cronaca. Considerando l'associazione tra la depressione e i mesi più freddi e bui dell'anno, queste teorie possono avere intuitivamente senso, ma i tassi di suicidio sono in realtà più bassi nei mesi invernali.

Per molte persone la fine dell'anno rappresenta un periodo stressante e difficile. A causa di ciò e di fattori come la malinconia invernale e gli effetti che premono sull'umore della minore esposizione alla luce solare, infatti, la depressione può aumentare durante le festività natalizie. Anche le persone altrimenti prive di bassi stati d'animo duraturi possono essere colpite e soffrire di disturbo affettivo stagionale, cioè manifestare sintomi depressivi che si verificano in un determinato periodo dell'anno, più comunemente in inverno. Tuttavia, i dati mostrano che il tasso di suicidi è più basso nei mesi invernali e più alto nella tarda primavera e all'inizio dell'estate.

A contribuire al malumore delle festività natalizie sono le visioni spesso irrealistiche e romantiche del periodo natalizio promosse dalla pubblicità e dai media, ma anche dalle persone circostanti. Pertanto, le persone possono avere aspettative irragionevolmente alte per le festività natalizie, in attesa di momenti meravigliosi. Questo può portare alla delusione o, peggio ancora, al sentirsi male per non essere più felici e non aver soddisfatto tali aspettative idealistiche. Di conseguenza, potrebbero provare tristezza e sentimenti di vergogna.

 

Il mito del suicidio in vacanza persiste

Non c'è un chiaro consenso tra i professionisti sul motivo per cui il tasso di suicidi raggiunge il picco nella tarda primavera e all'inizio dell'estate. Insieme al collegamento intuitivo, ma errato, tra l'aumento della depressione o del disturbo affettivo stagionale e l'aumento del tasso di suicidi, anche questo contribuisce a mantenere vivo il mito del suicidio in vacanza.

La diffusione del mito del suicidio in vacanza, anche se dovuta alla semplice mancanza di conoscenza, può essere dannosa. Dare erroneamente alle persone con tendenze suicide l'impressione che il tasso di suicidi sia più alto durante le festività natalizie potrebbe spingerle in una direzione sbagliata. È quindi interessante dimostrare che queste affermazioni sono false e dichiararle come i miti. I giornalisti che scrivono sull'argomento sono invitati a utilizzare fonti affidabili e a non promuovere informazioni false sull'argomento.

Affrontare lo stress di fine anno

Per far fronte alle sfide mentali che possono derivare dalle festività natalizie, è utile avere aspettative più ragionevoli per le vacanze. Sebbene i tempi delle vacanze, in particolare il Natale e le riunioni di famiglia, possano essere molto belli, non dovrebbero essere idealizzati. Mentre ci sono molte altre misure che possono consentire di affrontare meglio lo stress di fine anno, non sempre un consiglio così ben intenzionato è sufficiente.

Cerco aiuto professionale

Per le persone con tendenze suicide, è importante ottenere un aiuto professionale. Soprattutto quando ci si sente più depressi, come potrebbe accadere durante le festività natalizie, non si dovrebbe evitare ma cercare l'aiuto necessario, anche se i sentimenti possono suggerire il contrario. Per le persone depresse che non si sono ancora sottoposte a un trattamento, le festività natalizie rappresentano una buona opportunità per farlo.

La Paracelsus Recovery è il centro di trattamento più esclusivo e discreto al mondo. Offriamo programmi di trattamento su misura della massima qualità per soddisfare in modo ottimale le esigenze dei nostri clienti e garantire loro il miglior trattamento. Se ti capita di sentire il bisogno di aiuto, è inutile negare questo bisogno o provare vergogna per aver cercato un aiuto professionale. Farsi aiutare è la cosa giusta da fare: non esitate a contattarci.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2020-01-07 11:53:07 e tradotto in Italiano nel 2021

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati