Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

La dipendenza è ereditaria?

Non c'è dubbio che la dipendenza o la dipendenza chimica e la genetica siano correlate; questa conoscenza è supportata da anni di ricerche approfondite.
Tuttavia, i ricercatori non capiscono esattamente come la genetica influenzi la dipendenza, ma il trattamento continua a migliorare man mano che si acquisiscono maggiori conoscenze sulla complessa interazione di geni, cervello e dipendenza chimica.
La dipendenza chimica (CD) è una malattia complessa e la genetica potrebbe in molti casi essere solo uno dei tanti fattori che contribuiscono:

  • I ricercatori stimano che la dipendenza potrebbe essere attribuibile per il 40-60% alla genetica. L'altra percentuale è attribuibile all'ambiente, alle esperienze personali e ad altri fattori. La CD è spesso la combinazione di sostanza, ambiente/sociale e tratti di personalità.
  • Tutti hanno il potenziale per diventare dipendenti da droghe, alcol o comportamenti distruttivi come il gioco d'azzardo o la pornografia.
  • Le donne che crescono in una famiglia che crea dipendenza spesso sviluppano una dipendenza da cibo o da farmaci su prescrizione.
  • I figli di tossicodipendenti hanno otto volte più probabilità di sviluppare una dipendenza rispetto ai figli di non tossicodipendenti.
  • Uno studio ha seguito diverse serie di gemelli adottati da famiglie separate. I gemelli, figli di un genitore alcolista, mostravano una probabilità molto più alta di diventare tossicodipendenti da adulti.
  • Questo non significa che ogni persona con un familiare tossicodipendente sia destinata a diventare dipendente. Molte persone provenienti da famiglie di tossicodipendenti non sviluppano mai una dipendenza.
  • Le convinzioni personali sulla dipendenza sono un importante fattore che contribuisce. Le persone che credono di essere destinate a diventare dipendenti potrebbero quindi cambiare idea.
  • Non esiste un gene o un gruppo di geni specifico che determini chi svilupperà o meno una dipendenza. Anche fratelli e sorelle che portano gli stessi geni hanno ampie differenze biologiche e non svilupperanno necessariamente gli stessi tratti.
  • Tuttavia, gli scienziati hanno identificato geni specifici che possono avere un ruolo nella CD. Questa conoscenza migliora il trattamento e aiuta a determinare quali terapie possono essere più efficaci.
  • Gli esperti ritengono che anche se molto è sconosciuto sulla genetica e la dipendenza, ulteriori ricerche riveleranno più informazioni.
  • Un fatto importante da tenere a mente è che la dipendenza è una malattia cronica che non ha niente a che vedere con la forza di volontà, la forza, il successo personale o il carattere. Tuttavia, a meno che non venga trattata, la dipendenza peggiora sempre, non migliora mai.
  • Il trattamento ha maggiori probabilità di successo se vengono affrontati tutti i fattori che contribuiscono: la salute emotiva e fisica della persona, il contesto e, ultima ma non meno importante, la sostanza.
Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2015-04-22 21:44:53 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati