La medicina per la dipendenza da alcol è un mito?

Per i CEOS e i dirigenti impegnati che lottano con
l'alcolismo a lungo termine, il trattamento assistito da farmaci (MAT) può sembrare un
po' troppo bello per essere vero. Tuttavia, non c'è dubbio che certi
farmaci possono aiutare se usati di pari passo con un trattamento di
dipendenza o riabilitazione di qualità.

I nuovi farmaci come il Naltrexone (ReVia) possono effettivamente diminuire le voglie di alcol. Anche l'acamprosato (Campral) riduce la voglia di bere, ma viene usato per persone che sono riuscite a
smettere di bere per qualche giorno. Viene spesso prescritto dopo
aver completato con successo la disintossicazione.

Antabuse (Disulfiram) è un vecchio farmaco che
funziona come deterrente perché anche una piccola quantità di alcol diventa tossica,
provocando nausea, vomito e altri risultati estremamente spiacevoli.

Sono disponibili anche farmaci per minimizzare il rischio di sintomi di astinenza spiacevoli o
pericolosi come vomito, tremore, frequenza cardiaca elevata
, agitazione, ansia o insonnia.

Come beneficio aggiuntivo, alcuni farmaci fanno un doppio lavoro e sono anche efficaci contro la dipendenza da oppioidi o cocaina.

Quali sono i contro dei farmaci per l'alcolismo

I farmaci per il trattamento dell'alcolismo
non sono senza alcuni problemi. Alcuni possono causare effetti collaterali come
mal di testa, nausea, vertigini, costipazione o eruzioni cutanee, anche se gli effetti collaterali
sono spesso minori e possono moderarsi dopo pochi giorni.

Prescrivere farmaci per il trattamento dell'alcolismo richiede
conoscenza da parte del medico, poiché alcuni farmaci
interagiscono negativamente con altri farmaci. Alcuni farmaci anti-dipendenza, d'altra parte, sono molto efficaci se usati insieme ad altri
farmaci.

Un problema fondamentale dei farmaci per l'alcolismo è che le persone
possono semplicemente scegliere di non continuare a prendere il farmaco. Non
sorprendentemente, il trattamento assistito da farmaci è più efficace per
alcolisti che sono altamente motivati a smettere.

Medicinali e disturbi co-occorrenti

Molti alcolisti lottano anche con almeno un problema di salute mentale come ansia o depressione, definiti come disturbi co-occorrenti.

La ricerca indica che le persone che lottano con disturbi co-occorrenti traggono maggior beneficio da un approccio multiplo che affronta entrambi i problemi simultaneamente, usando un programma complementare composto da farmaci e consulenza o altre forme di trattamento tradizionale delle dipendenze.

Il trattamento dei disturbi co-occorrenti è altamente specializzato e non è adeguatamente offerto da molti centri di trattamento, sebbene molti fornitori affermino di essere esperti nel campo della doppia diagnosi.

Le medicine non sono una soluzione rapida: Perché il trattamento integrato è necessario

L'alcolismo è un disturbo complesso che non si cura prendendo una pillola e non ci sono risposte magiche. Tuttavia, i farmaci sono un pezzo importante del puzzle per molti alcolisti. Purtroppo, pochi medici sono informati sui farmaci anti-dipendenza e su come possono aiutare.

I professionisti del trattamento ritengono che i farmaci anti-alcolismo siano tristemente sottoutilizzati.

Se è interessato al trattamento assistito da farmaci, è fondamentale fare dei compiti seri e selezionare un centro di trattamento che capisca come usare i farmaci in modo efficace insieme alla terapia, all'educazione e ad altre modalità di trattamento.

Assicurarsi che il centro di trattamento offra un esame fisico e uno screening che possa determinare la sua salute generale, così come il suo livello di dipendenza dall'alcol e i danni legati all'alcol.

Lo screening dovrebbe includere anche un'anamnesi approfondita e una valutazione della storia medica e psichiatrica, l'uso di farmaci su prescrizione e il livello di supporto familiare.

Prima dell'inizio del trattamento, le dovrebbe essere fornita una comprensione approfondita di come funzionano i farmaci e dei potenziali benefici e rischi.

Si assicuri che il fornitore del trattamento offra una disintossicazione gestita dal punto di vista medico, poiché l'astinenza senza supervisione può essere pericolosa.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2018-10-30 21:10:55 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

13 − 6 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati