La vaccinazione contro la cocaina mostra potenziale

L'uso di cocaina ha raggiunto proporzioni epidemiche nella maggior parte del mondo. È tra le droghe illegali più usate in Europa e negli Stati Uniti. L'abuso di cocaina può portare alla dipendenza e ad una serie di gravi problemi di salute, tra cui complicazioni cardiovascolari, ictus, convulsioni, coma e morte. La cocaina è una dipendenza estremamente difficile, e anche se il trattamento è più efficace man mano che la riabilitazione da droghe e alcol diventa più sofisticata, il tasso di ricaduta rimane alto.

Negli ultimi anni, i ricercatori del Weill Cornell College di New York hanno lavorato allo sviluppo di vaccini che possono bloccare efficacemente la cocaina prima che le piccole molecole di cocaina possano attraversare la barriera protettiva sangue-cervello. Il trattamento, che prevede l'iniezione di una sostanza simile alla cocaina, innesca il sistema immunitario del corpo a produrre anticorpi anti-cocaina che vengono rilasciati non appena si usa la cocaina. Nei test sugli animali, pochissima cocaina è riuscita ad attraversare la barriera.

Un altro metodo attualmente allo studio prevede l'iniezione di geni nelle cellule del fegato. Il fegato produce rapidamente anticorpi che fermano la droga prima che raggiunga il cervello.

Se uno dei due vaccini funziona, i consumatori trarranno pochissimo piacere o beneficio dall'uso di cocaina, il che renderà molto più facile smettere di usarla.

Per ora i ricercatori non sono sicuri di quanto durerà l'effetto dei vaccini. Tuttavia, i test sugli animali suggeriscono che gli effetti potrebbero essere presenti per diverse settimane. Se il farmaco venisse approvato, i tossicodipendenti riceverebbero una serie di iniezioni che consistono in un'iniezione iniziale seguita da regolari iniezioni di richiamo.

Se le vaccinazioni funzionano come trattamento per la dipendenza da cocaina, i ricercatori credono che si potrebbero sviluppare vaccini simili per trattare altre dipendenze, tra cui nicotina, metanfetamina e heroin.

Concerns of the Treatment Community

Molti professionisti del trattamento pensano che le iniezioni abbiano un potenziale e che possano dare tempo al cervello di guarire dai danni della dipendenza da cocaina. Tuttavia, la maggior parte crede che il trattamento e riabilitazione con droghe e alcol sia ancora fondamentale per affrontare le cause sottostanti della dipendenza.

Una grande preoccupazione è che i cocainomani che bramano lo sballo prodotto dalla droga possano tentare di usare quantità massicce e potenzialmente fatali di cocaina per sovrastare l'effetto delle iniezioni.

Tuttavia, il vaccino, che sarà disponibile per gli individui che stanno tentando di smettere, non è destinato ad essere usato come misura preventiva. Molto probabilmente sarà disponibile per i tossicodipendenti che hanno completato il trattamento della droga e hanno raggiunto diverse settimane di astinenza.

I test umani cominceranno presto

È probabile che i test su soggetti umani comincino molto presto. Gli studi clinici dovrebbero durare più di due anni, il che è necessario per determinare se il corpo umano può produrre efficacemente abbastanza anticorpi per combattere la dipendenza da cocaina.

A Paracelsus

A Paracelsus siamo sempre aggiornati sulle ultime ricerche. Saremo tra i primi ad implementare nuovi metodi di trattamento non appena superano con successo gli studi clinici e ricevono le approvazioni ufficiali.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-12-21 23:58:18 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

9 + 7 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati