Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

L’automedicazione della schizofrenia

Per molti anni i giovani sono stati comunemente avvertiti che l'abuso di sostanze e la dipendenza avrebbero portato alla schizofrenia, ed è vero che l'uso di certe droghe può scatenare psicosi e altri sintomi, che potrebbero rientrare nella diagnosi di schizofrenia. Tuttavia, è diventato evidente che il contrario è più spesso il caso - le persone si rivolgono a droghe e alcol per far fronte ai sintomi debilitanti e spaventosi della schizofrenia, spesso iniziando prima che la presenza della malattia venga riconosciuta.

La schizofrenia è un grave disturbo psicotico caratterizzato da deliri, paranoia, confusione e allucinazioni che coinvolgono tutti e cinque i sensi. Le persone con schizofrenia spesso sperimentano processi di pensiero sempre più disordinati. Possono sentire voci o credere in cose o situazioni che non sono reali, o possono pensare di essere invincibili. Tendono ad avere grandi difficoltà ad interagire con gli altri in contesti sociali.

Nonostante le credenze comuni, le persone con schizofrenia sono raramente violente, anche se, come il resto della popolazione, è più probabile che siano aggressive se sono sotto l'influenza di droga o alcol. La schizofrenia non induce le persone a commettere stupri o omicidi, ma la malattia è molto fraintesa e lo stigma e gli stereotipi continuano ad esistere.

Il National Institute of Health stima che la schizofrenia colpisca circa l'1% della popolazione negli Stati Uniti. Purtroppo la malattia viene raramente diagnosticata finché i sintomi non sono pronunciati e gravi, di solito quando le persone hanno tra i 15 e i 30 anni.

Non sorprende che le persone con schizofrenia si rivolgano spesso a droghe e alcol nel tentativo di sentirsi meglio, o che i disturbi da abuso di sostanze siano comuni per le persone con questo disturbo. Si stima che da un terzo alla metà degli schizofrenici faccia uso di alcol, circa il 15% abusa di droghe e più del 60% fa uso di nicotina. Alcool e droghe esacerbano la gravità dei sintomi, in particolare marijuana, cocaina e anfetamine. Purtroppo le persone tendono a negare la malattia e continuano a condurre uno stile di vita rischioso, spesso per molti anni, spesso finché non succede qualcosa che porta la situazione alla ribalta.

La schizofrenia abbinata all'abuso di sostanze può essere difficile da trattare perché le persone con la malattia sono meno propense a rispettare i piani di trattamento, spesso saltando il trattamento o non prendendo i farmaci che possono aiutare a regolare il disturbo. Hanno anche maggiori probabilità di relapse e hanno una maggiore incidenza di senzatetto. Tuttavia, nonostante le difficoltà, le persone con schizofrenia possono essere aiutate dal trattamento di droghe e alcol o dalla riabilitazione, anche quando la malattia è complicata dall'abuso di sostanze.

Il trattamento comporta detox seguito da counseling e da un piano di trattamento ben studiato che affronti entrambi i problemi contemporaneamente. A volte si prescrivono farmaci per trattare i sintomi e si usano integratori nutrizionali per ripristinare l'equilibrio biochimico. Terapia familiare è spesso raccomandata. Si usa anche l'addestramento metacognitivo* per insegnare alle persone che soffrono di schizofrenia ad affrontare con successo "le voci nella loro testa" al fine di "avere un controllo" su di esse e diminuire il loro dolore e la loro sofferenza.

Ad oggi non esiste una cura per la schizofrenia. Tuttavia, è possibile offrire un trattamento altamente efficace ed empatico e migliorare la qualità e l'aspettativa di vita. I ricercatori in neuroscienze e genetica continuano a studiare la malattia e a sviluppare trattamenti che possono migliorare il risultato per le persone. Attualmente, una combinazione di interventi medici, psicoterapia, farmacoterapia riparativa/omolecolare e mirata e addestramento metacognitivo è l'approccio più promettente per trattare la Schizofrenia e rendere superflui i farmaci di automedicazione.

*Più informazioni sull'addestramento metacognitivo si trovano qui: https://clinical-neuropsychology.de/mct_psychosis_manual_british

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2015-12-30 15:24:47 e tradotto in Italiano nel 2021

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati