Perché la maggior parte dei programmi di trattamento dura solo 30 giorni

Negli ultimi anni, la maggior parte dei professionisti del trattamento delle dipendenze ha accettato la teoria, sostenuta da innumerevoli studi in tutto il mondo, che la dipendenza è una complessa, malattia cronica che altera la struttura e la funzione del cervello in modi molto profondi.

In poche parole, questo spiega perché la dipendenza non è più vista come una mancanza morale o un'indicazione di debolezza, e non ha niente a che vedere con la forza di volontà. La maggior parte degli esperti concorda che, come altre malattie croniche come l'asma, l'ipertensione o il diabete, la dipendenza è però altamente curabile.

I risultati del trattamento migliorano con un trattamento più lungo

Non esiste un approccio unico per il trattamento. I bisogni sono diversi per ogni individuo e le persone progrediscono a ritmi diversi. Tuttavia, il NIDA (National Institute on Drug Abuse) raccomanda un minimo di tre mesi, mentre alcune persone potrebbero aver bisogno di un trattamento che duri fino ad un anno.

Un trattamento più breve, sottolinea sempre il NIDA, ha un valore limitato - non migliore di un trattamento di una sola settimana. Anche se il trattamento di 30 giorni è più accessibile e richiede meno tempo lontano dal lavoro e dalla famiglia, è un tempo inadeguato per il recupero e a malapena il tempo per far scemare le voglie.

Un trattamento più breve è associato ad un rischio maggiore di ricaduta

Non sorprende che le durate più brevi del trattamento siano correlate ad alti tassi di ricaduta. I primi 30 giorni di trattamento sono solo l'inizio della strada verso il recupero, permettendo ai tossicodipendenti di disintossicarsi, stabilire relazioni con i terapeuti e prepararsi ad imparare nuove abitudini e modi di pensare.

Un tempo più lungo nel trattamento di dipendenza o riabilitazione permette agli individui di identificare depressione, ansia o altri problemi sottostanti. Offre l'opportunità di lavorare sulla riparazione di problemi relazionali e familiari e di stabilire un programma efficace di aftercare e prevenzione delle ricadute. Molte persone hanno bisogno di aiuto per problemi di salute, alimentazione inadeguata o problemi di sonno.

Le compagnie di assicurazione continuano a stabilire gli standard di trattamento

Il trattamento standard di 30 giorni non è stabilito dai fornitori di trattamento o dai professionisti della dipendenza. Le durate brevi del trattamento, basate su ricerche vecchie o inadeguate, sono state stabilite da un'industria assicurativa che si oppone fermamente all'idea di pagare un trattamento più lungo. Di conseguenza, il trattamento di droga e alcol e la riabilitazione diventano un'esperienza emotivamente drenante e scoraggiante per molti individui in difficoltà e per i loro cari.

Anche se l'Affordable Care Act (Obamacare) ha ampliato la copertura per la salute mentale e il trattamento delle dipendenze negli Stati Uniti, l'incapacità di pagare un trattamento efficace continua ad essere una barriera, e chi ha bisogno di un trattamento deve spesso combattere non solo una dipendenza, ma una compagnia assicurativa non collaborativa.

Purtroppo, un mancato trattamento della dipendenza significa che i contribuenti pagano il conto alla fine. Secondo il NIDA, ogni dollaro speso per il trattamento fa risparmiare circa 7 dollari in assistenza sanitaria e soggiorni in prigione legati alla dipendenza.

Le compagnie assicurative aggirano i nuovi requisiti federali in vari modi. Per esempio, sono in grado di rifiutare le richieste di trattamento applicando regole e linee guida complicate, che sono incoerenti e variano molto.

Alcuni assicuratori sono disposti a pagare per il trattamento ambulatoriale ma si rifiutano di pagare per il trattamento residenziale di qualsiasi durata, mentre altri pagano per cinque-sette giorni, che è tristemente inadeguato. Altri possono pagare per la disintossicazione ma considerano il trattamento a lungo termine per droghe e alcol o la riabilitazione come un lusso non necessario. Alcuni fornitori di trattamenti cacciano i clienti dalla porta e negano ulteriori trattamenti nel momento in cui i soldi dell'assicurazione finiscono.

Molti fornitori di assicurazioni basano i pagamenti sulla necessità medica, che può essere difficile da provare, specialmente quando molti fornitori di servizi medici sono ancora spaventosamente indietro nel tempo quando si tratta di riconoscere la dipendenza come una malattia cronica curabile, come il diabete, la pressione alta o l'asma.

Trasformiamo la durata del trattamento in base alle esigenze del cliente

Stabilire una forma di trattamento standard, a taglia unica, è un errore madornale. Trenta giorni sono appena sufficienti, anche in un ambiente intensivo e altamente individualizzato come quello fornito da Paracelsus Recovery - non saranno quasi mai sufficienti nelle impostazioni di trattamento standard.

Il nostro trattamento è fatto su misura per soddisfare i bisogni del cliente - non importa quanto tempo ci voglia.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2019-06-16 13:50:17 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque × uno =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati