Pericoli del fumo di marijuana di seconda mano

Se pensa che respirare il fumo di marijuana di seconda mano sia più sicuro del fumo di sigaretta perché è naturale, ci ripensi. Anche se gli effetti devono ancora essere studiati a fondo, sembra che respirare il fumo di marijuana di seconda mano sia dannoso tanto quanto respirare il fumo di sigaretta.

Effetti della Cannabis sul corpo: fumo di seconda mano

Uno studio del 2016 ha indicato che la funzione dei vasi sanguigni nei ratti esposti al fumo di marijuana era diminuita tanto gravemente quanto i ratti esposti al fumo di sigaretta, e gli effetti dannosi duravano molto più a lungo.

La marijuana usata nello studio non conteneva steli o semi e non era stata esposta a pesticidi o prodotti chimici tossici. Non sono state usate carte per arrotolare.

Sono stati notati risultati simili anche quando sono stati rimossi CBD e THC, le sostanze chimiche attive della cannabis. I ricercatori si affrettano a sottolineare che i problemi causati dal fumo passivo non sono causati dai composti all'interno della marijuana, ma dal fumo prodotto dalla combustione della materia vegetale.

È possibile che il vaping sia più sicuro, ma questo non è stato stabilito con certezza.

Il fumo di marijuana di seconda mano può causare lievi alterazioni

Ci sono anche indicazioni che respirare il fumo di marijuana di seconda mano può causare un leggero sballo e, in alcuni casi, potrebbe persino comparire in un test antidroga di routine.

Uno studio eseguito presso la John Hopkins University School of Medicine e pubblicato nel Journal of Drug and Alcohol Dependence ha misurato il livello di THC nel sangue di persone non fumatrici che hanno passato tre ore in una stanza ben ventilata con un gruppo di fumatori di marijuana.

Anche se c'era THC nel sangue dei non fumatori, era ben al di sotto dei livelli rilevati nelle analisi standard del sangue. Tuttavia, i non fumatori esposti al fumo di marijuana in una stanza non ventilata sono risultati positivi a livelli più alti. Alcuni sperimentavano lievi "sballi" da marijuana e risultavano leggermente alterati quando gli si chiedeva di eseguire vari test che coinvolgevano le loro capacità motorie.

Pericoli del fumo di seconda mano per i bambini

Anche se l'uso di marijuana sta diventando più accettabile (e spesso legale), i genitori non dovrebbero essere ingannati dal fatto che fumare marijuana vicino ai bambini sia una pratica sicura. Questo pensiero è errato e molto pericoloso.

Negli Stati Uniti, un numero considerevole di bambini è stato ricoverato per infezioni delle vie respiratorie inferiori dopo essere stato esposto al fumo di marijuana. Sembra che il rischio sia più alto nei bambini tra un mese e due anni di età. Molti di questi bambini sono stati esposti anche al fumo di tabacco, il che crea una sorta di doppio pericolo.

Come il fumo di tabacco, anche il fumo di marijuana può scatenare bronchite, polmonite, gravi attacchi d'asma e dolorose infezioni alle orecchie. I rischi sono ancora maggiori per i bambini con allergie o altri problemi di salute preesistenti.

Se usa marijuana, può essere una buona idea ridurla, soprattutto se ha l'abitudine di fumare vicino a bambini piccoli. Se teme di fumare più del dovuto, trattamento per la dipendenza da cannabis o recupero di droga possono aiutarla a tenere sotto controllo la sua dipendenza.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2018-01-10 18:20:13 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

10 + 5 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati