Primo soccorso emotivo

La maggior parte di noi presta abbastanza attenzione alla propria salute fisica. Pratichiamo l'autocura mettendo una benda su una ferita o prendendo un'aspirina per un mal di testa. Andiamo dal nostro medico se non ci sentiamo meglio. Tuttavia, la maggior parte di noi non presta molta attenzione alla nostra salute emotiva. Infatti, spesso sappiamo molto poco dei nostri sentimenti e di come influiscono sulla nostra salute psicologica.

L'importanza di praticare il primo soccorso emotivo è il tema di Why we All Need to Practice Emotional First Aid, un Ted Talk dello psicologo Guy Winch. Winch è autore di Emotional First Aid, Healing Rejection, Guilt, Failure and other Everyday Hurts.

Winch dice che sebbene il dolore emotivo non sia meno importante di quello fisico, ignoriamo il dolore psicologico o semplicemente "lo superiamo". Il problema, però, è che le ferite emotive richiedono più tempo per guarire e, se ignorate, continueranno a fare male.

D'altra parte, Winch dice che la qualità della nostra vita può migliorare rapidamente e drasticamente se impariamo a praticare il primo soccorso emotivo. Winch ci incoraggia a prestare maggiore attenzione al dolore emotivo. Nel suo discorso TED, usa tre emozioni comuni come esempi:

Solitudine

La solitudine è un'emozione comune ma molto negativa che la maggior parte delle persone ha provato. La solitudine non dovrebbe mai essere presa alla leggera, poiché l'emozione non solo può rendere infelici, ma può aumentare la probabilità di morte precoce del 14%. La solitudine cronica, dice Winch, presenta un rischio per la salute pari al fumo di sigaretta.

Fallimento

Dopo un fallimento, è naturale sentirsi senza speranza e demoralizzati. Questo è il momento di prendere il controllo e rompere il ciclo delle emozioni negative, dice Winch. Invece di sprofondare nella negatività, faccia un bilancio e pensi a ciò che possiamo controllare e a come potremmo migliorare il risultato facendo le cose in modo diverso la prossima volta.

Rifiuto

Dopo un rifiuto doloroso, Winch dice che dovremmo trattarci delicatamente, con lo stesso tipo di compassione che ci aspetteremmo da un buon amico. Invece di prenderci cura di noi stessi, dice che tendiamo a picchiarci, concentrandoci sui nostri difetti e mancanze e minando ulteriormente la nostra autostima danneggiata.

Finch offre i seguenti consigli per praticare il primo soccorso emotivo:

  • Agire. Presti attenzione e impari a riconoscere il dolore emotivo quando si presenta. Come il dolore fisico, il dolore emotivo ci fa sapere quando qualcosa non va.

  • Impara ad ignorare le reazioni viscerali che ti fanno sentire impotente.

  • Non riprodurre continuamente nella tua mente eventi difficili. Interrompa invece i pensieri negativi con distrazioni positive come un cruciverba. Anche se ruminare sugli eventi è un impulso potente e un'abitudine difficile da interrompere, l'abitudine ha un notevole impatto negativo sul nostro benessere.

  • Pratica nuovi modi di pensare. Se il tempo è passato e lei è ancora bloccato e incapace di andare avanti, pensi a cosa può aver guadagnato dall'esperienza e come può ottenere un nuovo apprezzamento per la vita.

  • Smorzare il senso di colpa eccessivo sul nascere. Anche se il senso di colpa ha uno scopo utile, il senso di colpa persistente o irrisolto può essere estremamente tossico. Se ha fatto un torto ad un'altra persona e il suo senso di colpa è giustificato, si scusi e faccia ammenda, anche se si è già scusato. Poi, vada avanti.

  • Faccia attenzione alle sue risposte emotive e impari quali tecniche di igiene emotiva sono più efficaci per lei. Le tecniche possono variare a seconda della situazione.

Se ha problemi ad affrontare emozioni difficili, o se si sente "bloccato" nella negatività, una consulenza professionale può aiutarla ad esaminare e migliorare i modi di pensare negativi. Se l'abuso di sostanze è un problema, non esiti a cercare droga e trattamento di alcool o riabilitazione.

Per saperne di più sull'igiene emotiva, guardi il TED talk di Guy Winch qui.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-08-17 12:03:08 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 × 5 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati