Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

Problemi comuni con Antabuse e Naltrexone

Antabuse e naltrexone sono farmaci usati per il trattamento medico della dipendenza da alcol. Entrambi vengono prescritti frequentemente in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti e in Europa.

Antabuse è il nome commerciale del disulfiram. Il farmaco, scoperto negli anni '20 e approvato dalla U.S. Food and Drug Administration all'inizio degli anni '50, è il più antico farmaco di questo tipo.

I bevitori che usano Antabuse diventano estremamente sensibili all'alcol, e anche quantità molto piccole provocano sintomi estremamente sgradevoli come nausea, vomito, mal di testa lancinante, sudorazione e debolezza. Attualmente il farmaco è disponibile solo in forma di pillola.

Il Naltrexone è un farmaco più recente che interferisce con il modo in cui il cervello reagisce all'alcol. I bevitori che usano il naltrexone non sono in grado di provare la solita "eccitazione". Infatti, l'alcol di solito non produce alcuna sensazione, il che può eliminare l'incentivo per molti bevitori.

Il Naltrexone viene somministrato tramite pillola o iniezioni mensili. Gli impianti, disponibili in Europa, devono ancora essere approvati negli Stati Uniti.

Antabuse e Naltrexone: Sono efficaci?

La ricerca indica che l'antabuse e il naltrexone possono aiutare i bevitori problematici, ma solo quando sono combinati con un trattamento per dipendenza da farmaci e alcol o riabilitazione.

Alcuni bevitori sono interessati ai farmaci perché pensano che l'antabuse e il naltrexone diminuiscano notevolmente le possibilità di avere una ricaduta totale. Piuttosto, credono erroneamente che usando i farmaci, possano imparare a essere bevitori moderati e controllati.

Molti operatori sanitari esitano a prescrivere i farmaci, che spesso sono inefficaci per mancanza di condiscendenza. Per molti, i farmaci si trasformano rapidamente da aiuto a sostegno.

Le persone che vogliono veramente bere smettono semplicemente di prendere i farmaci. Dopo che le sostanze liberano il sistema, un ritorno al bere spesso diventa una vera e propria sbronza. In alcuni casi, il trattamento con antabuse e naltrexone è semplicemente un gioco d'attesa fino al giorno in cui il trattamento finisce e si può iniziare a bere.

Avvertenze

Prima di assumere questi medicinali è importante consultarsi con un medico.

Per quanto riguarda l’antabuse ad esempio, per la somministrazione devono passare almeno 12 ore dopo il consumo di alcol per evitare effetti indesiderati come:

  • Debolezza
  • Dolore al petto
  • Ansia
  • Stato confusionario
  • Nausea, Vomito
  • Mal di testa

Il naltrexone invece non deve essere assunto se si fa ancora uso di droghe o si beve alcol in quantità eccessive.

Quando i farmaci anti-drinking sono utili

I farmaci anti-drinking possono aiutare a frenare il desiderio di alcol, ma non sono efficaci a lungo termine a meno che i bevitori non siano motivati a impegnarsi duramente e ad apportare i necessari cambiamenti allo stile di vita per la guarigione. Anche se possono essere utili, l'antabuse e il naltrexone non sono pillole magiche e devono essere considerati solo un'arma nell'arsenale.

In definitiva, l'antabuse e il naltrexone dovrebbero essere usati solo come un primo passo che dà al bevitore appena sobrio l'opportunità di facilitare il trattamento.

Per guarire, gli alcolisti devono imparare ad affrontare i problemi sottostanti che hanno causato il bere in primo luogo. Il trattamento e la riabilitazione per l'alcol è fondamentale, in quanto i bevitori ricevono consulenza, supporto e assistenza nello sviluppo di un piano post-terapia che aiuta a prevenire le ricadute e aumenta le possibilità di recupero a lungo termine.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-11-06 10:25:07 e tradotto in Italiano nel 2021

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati