Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

Psicosi da cannabis

La cannabis (marijuana) è generalmente considerata una droga ricreativa "più sicura" e, come tale, la gente tende a pensarla in modo molto diverso rispetto a droghe come eroina, metanfetamina e cocaina, che la maggior parte pensa come droghe "pesanti". Mentre l'accettazione della droga diventa più comune e la marijuana è spesso legale, i problemi causati dall'uso eccessivo della droga non dovrebbero mai essere banalizzati.

La marijuana non è del tutto innocua, e mentre fornisce chiari benefici medici per alcune persone, presenta anche notevoli rischi. Centri di riabilitazione e trattamento in tutto il mondo stanno vedendo più clienti affetti da problemi associati alla marijuana, compresa la psicosi da cannabis, una condizione che può colpire i forti consumatori, specialmente quelli che hanno iniziato a usare la cannabis in giovane età.

Cos'è una psicosi?

In termini semplici, la psicosi è una condizione in cui la mente perde il contatto con la realtà. I sintomi possono essere associati ad un'attività cerebrale aumentata che si manifesta con allucinazioni, deliri, sospettosità e paranoia; oppure ad un'attività cerebrale diminuita caratterizzata da difficoltà ad esprimere emozioni, diminuzione della motivazione o difficoltà a pensare e concentrarsi. Le persone che soffrono di Schizofrenia riferiscono di avere episodi psicotici, alcune sostanze chimiche e farmaci possono provocarli, i pazienti anziani dopo un intervento chirurgico possono avere episodi psicotici, chiamati Delirio ecc.

Psicosi da cannabis

Studi indicano che il THC, una sostanza chimica psicoattiva della cannabis, può indurre psicosi in persone con cervello sano e può esacerbare i sintomi in persone che già soffrono di psicosi. Molti ricercatori sostengono che la cannabis aumenta i livelli di dopamina, una sostanza chimica del cervello responsabile delle sensazioni di piacere, mentre inibisce il rilascio di sostanze chimiche che normalmente regolano le quantità eccessive di dopamina.

La psicosi da cannabis non è ancora del tutto compresa e gli esperti non sono sempre d'accordo sulle cause. Tuttavia, sembra che la psicosi da cannabis possa essere più diffusa nelle persone che hanno una storia familiare di psicosi e che l'uso di cannabis è solo uno dei tanti fattori che possono portare allo sviluppo della condizione.

Secondo la Schizophrenia Society of Canada, è risaputo che la cannabis può indurre allucinazioni o sintomi temporanei di psicosi e che i giovani che usano la droga regolarmente possono sperimentare paranoia a lungo termine e un rischio maggiore di sviluppare schizofrenia o altre condizioni mentali che includono sintomi di psicosi.

Anche se c'è molto da imparare sulla connessione tra cannabis e marijuana, i ricercatori e i professionisti della droga trattamento concordano che ci sono alcuni rischi associati all'uso della cannabis e che il pubblico dovrebbe essere consapevole dei rischi. Anche se la paranoia da cannabis può essere temporanea, troppo spesso la condizione è irreversibile e vedere tali pazienti nelle cliniche è un'esperienza straziante.

Il rischio di psicosi da cannabis, cosa sia e come i consumatori particolarmente pesanti siano a rischio di questa condizione potenzialmente irreversibile è ancora una discussione in corso tra studiosi e professionisti del settore. Ecco perché banalizzare l'abuso di marijuana non dovrebbe essere fatto con leggerezza, ma merita un approccio non moralizzante e professionale finché non emerge un quadro più chiaro.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2015-11-08 16:16:28 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati