PTSD: Miti e realtà

PTSD (disturbo post-traumatico da stress) si sviluppa come reazione a traumi gravi. Nonostante la continua attenzione da parte dei media, il PTSD è circondato da una serie di miti e malintesi che spesso portano a pregiudizi e varie forme di maltrattamento.

Il modo migliore per rompere la nebbia dei malintesi è imparare i fatti fondamentali su questo complesso disturbo.

Come viene diagnosticato il PTSD?

Il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali fornisce classificazioni standard per la diagnosi dei disturbi mentali. Secondo l'ultima edizione, (DSM-5), i criteri per una diagnosi di PTSD sono 1: Esposizione a morte reale o minacciata, lesioni gravi o violenza sessuale; o 2: Esperienza diretta dell'evento, assistere all'evento di persona o essere esposti indirettamente.

Lo stress dopo un evento traumatico è prevedibile, ma in genere i sintomi che si presentano entro il primo mese sono considerati "stress acuto" e possono risolversi da soli. Il PTSD viene diagnosticato se le reazioni continuano per più di un mese.

Debunking Common Myths about PTSD

  • Il PTSD non è mai un segno di debolezza; è una reazione umana ad eventi e situazioni estremamente traumatiche. I sintomi sono nettamente diversi dallo stress e dall'ansia associati ad eventi come la perdita del lavoro o il divorzio, che possono essere estremamente difficili in modi diversi.
  • La ricerca indica che i sintomi del PTSD risultano da complessi cambiamenti chimici che avvengono nel cervello dopo un evento traumatico. Se non ha sperimentato il PTSD, è difficile da spiegare e da capire.
  • Nonostante le rappresentazioni di film e TV, gli individui con PTSD non sono pericolosi, pazzi o violenti. Tuttavia, alcune persone con PTSD possono mostrare gravi cambiamenti di umore.
  • Il PTSD non scompare magicamente e le persone non "superano" lo stress traumatico. È vero che alcuni individui con PTSD trovano il modo di affrontare i sintomi da soli, mentre molti avranno bisogno di un aiuto professionale. Senza assistenza, alcune vittime di traumi possono lottare per mesi o anni senza una vera risoluzione.
  • Le persone con disturbo post traumatico da stress non sono mai senza aiuto e non è mai troppo tardi, anche nei casi di abuso infantile sepolto da tempo. Sebbene il PTSD sia un disturbo difficile, è altamente trattabile con tecniche come la terapia cognitiva comportamentale (CBT) e la terapia di esposizione. In molti casi vengono prescritti farmaci per aiutare con i sintomi di depressione o ansia
  • Le reazioni al trauma variano notevolmente da persona a persona e il PTSD non sempre si manifesta immediatamente dopo l'evento traumatico. I sintomi spesso si manifestano entro tre mesi, ma in alcuni casi possono rimanere in agguato per mesi o anni, o possono andare e venire.
  • Non tutti i veterani hanno il PTSD, e non tutti coloro che soffrono di PTSD sono veterani. Il PTSD può colpire chiunque ed è spesso il risultato di abusi infantili o aggressioni fisiche o sessuali. Le donne sono colpite dal PTSD due volte più spesso degli uomini.
  • Non tutte le vittime di traumi sviluppano il disturbo. Alcune persone sono naturalmente più resistenti agli eventi traumatici, spesso grazie ad una forte rete di supporto fornita da amici e familiari.
Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-09-04 11:32:08 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × 5 =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati