Responsabilizzare i bambini che crescono in case di tossicodipendenti

La dipendenza e l'abuso di sostanze sono problemi tremendi che colpiscono l'intera famiglia - compresi i membri più giovani. La dipendenza accade nelle migliori famiglie e nessuna famiglia è immune.

Il numero di bambini colpiti dalla dipendenza è sbalorditivo: consideri che negli Stati Uniti nascono due bambini da genitori tossicodipendenti ogni secondo di ogni giorno. Il National Institute on Drug Abuse (NIDA) stima che un quarto dei bambini americani cresce in case in cui è presente abuso di sostanze.

I bambini che crescono in case di tossicodipendenti hanno il doppio delle probabilità di sviluppare i propri disturbi di dipendenza. Hanno anche maggiori probabilità di avere problemi a scuola, bassa autostima, problemi comportamentali ed emotivi, depressione, ansia e malattie fisiche legate allo stress.

I bambini spesso si rivolgono a un parente, un amico di famiglia, un vicino premuroso o un altro adulto di fiducia che ha espresso preoccupazione per la situazione del bambino. La buona notizia è che un adulto stabile e premuroso può fare una differenza significativa nella traiettoria della vita di un bambino.

Come gli adulti possono aiutare

Se è preoccupato per un bambino che cresce in una casa di tossicodipendenti, non deve essere un consulente professionista o un esperto di dipendenza. In effetti, non ha bisogno di alcuna abilità speciale, deve solo preoccuparsi. Ecco alcune cose da tenere a mente:

  • Non abbia paura di raggiungere un bambino. Molte persone esitano a parlare con un bambino della dipendenza in famiglia per paura di peggiorare le cose, ma ricordi: c'è una buona possibilità che lei possa rendere la vita del bambino molto migliore.
  • Prenda tempo per imparare alcuni fatti di base sulla dipendenza. La conoscenza la aiuterà a capire cosa sta succedendo in casa del bambino.
  • Spieghi al bambino che la dipendenza è una malattia. Non l'ha causata lui e non può migliorarla. Fornisca informazioni adeguate all'età che aiutino i bambini a capire con cosa hanno a che fare i loro genitori.
  • Sia schietto e non indori i problemi; anche i bambini piccoli possono capire quando un adulto non è sincero.
  • Sia paziente mentre il bambino impara a fidarsi di lei. Si ricordi che i bambini che crescono in case di tossicodipendenti sono abituati a parole dure e promesse non mantenute.
  • Assicuri la bambina che non è sola. La maggior parte delle famiglie lotta con la propria serie di problemi, e milioni di bambini vivono in famiglie di tossicodipendenti.
  • Divertiti. I bambini che crescono con la dipendenza affrontano problemi seri ogni giorno e spesso sono chiamati ad accettare responsabilità oltre la loro età. Pochi minuti di scherzi e risate possono alleggerire il carico di bambini che portano il peso del mondo sulle loro spalle.
  • Se vive lontano, si ricordi che può ancora aiutare. Scriva lettere, mandi biglietti, faccia telefonate.
  • Sia calmo. I figli di famiglie di tossicodipendenti vivono in un costante stato di paura, caos e preoccupazione. Lei può fornire un po' di stabilità tanto necessaria.
  • Ascolti senza giudizi o critiche. Dia al bambino tutta la sua attenzione, anche solo per 10 o 15 minuti. Faccia domande e incoraggi il bambino a discutere le sue preoccupazioni.
  • Forni una lista di risorse nella sua zona. Per esempio, i bambini negli Stati Uniti possono chiamare organizzazioni come la National Association for Children of Alcoholics (NACOA). Al-Anon e Alateen hanno uffici e servizi informativi in paesi di tutto il mondo.
  • Se la situazione in famiglia è peggiorata oltre la sua capacità di aiutare, o se è preoccupato per la sicurezza e il benessere del bambino, lo dica a qualcuno come un insegnante o un consulente di fiducia.
Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2018-03-07 16:40:56 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × cinque =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati