Tammy Lang: Nessuna merce danneggiata

Le persone che sono abusate o trascurate nell'infanzia, o anche da adulte, spesso hanno la sensazione di non essere degne di amore e appartenenza. Il dolore dell'abuso e dell'abbandono non va via da solo e spesso continua per tutta la vita, ma purtroppo molte persone non vengono mai a patti con gli eventi della loro infanzia.

La buona notizia è che c'è speranza per il futuro. L'abuso e la trascuratezza non sono colpa sua ed è possibile costruire una vita più forte e migliore di prima.

Questo è l'importante messaggio che l'autrice Tammy Lang offre in "Damaged Goods: Things You Must Know about Healing from Abuse", scritto nel 2011.

Lang conosce bene il dolore di gravi abusi, che per lei iniziarono quando aveva solo tre anni. Descrive una madre crudele e un padre che la sottoponeva ad abusi sessuali sotto la minaccia di un coltello. L'ambiente tossico e abusivo era rafforzato da amici e familiari.

L'abuso ha portato all'odio di sé e ad una totale perdita di fiducia che l'ha portata a pensieri seri di suicidio quando aveva 19 anni. Tuttavia, un semplice atto di gentilezza e preoccupazione da parte di uno sconosciuto che le offrì un ombrello sotto la pioggia fu l'inizio del viaggio di Lang verso l'auto-amore e l'accettazione, un processo che richiese 20 anni.

Amarsi prima

Tutti meritano amore e tutti hanno la possibilità di ricominciare, scrive Lang, non importa quanto sia grave il danno. Tuttavia, è impossibile amare gli altri senza un autentico amore per se stessi. Questo è un concetto impegnativo per le persone che si sentono indegne o che devono guadagnarsi l'amore degli altri.

Lang scrive che si sente obbligata a condividere le sue esperienze. "Non posso immaginare di non aiutare gli altri a guarire dal loro dolore non condividendo le mie esperienze."

Trattare i sintomi non è abbastanza

"Guarda dove si crea il danno e cosa c'è alla radice della ferita reale - non i sintomi", scrive Lang, che dice che trattare sintomi come dipendenza, overeating, bassa autostima, rabbia o gelosia senza affrontare la radice è come "mettere un cerotto su una ferita infettata"."

Anche se affrontare il dolore radicato è terrificante, scrive, la mancata guarigione della causa sottostante è il motivo per cui molte persone non riescono a guarire completamente da abusi e negligenze.

"La guarigione emotiva è compito suo", secondo Lang. "Aspettarsi che gli altri ti aggiustino o ti completino, o accontentarsi di evitare di affrontare il passato è inutile. "Devi renderti conto che sei amata, degna, preziosa e accettabile così come sei, nonostante la tua taglia, colore, età, provenienza, stato civile o salute fisica."

Lang scrive che la sua spiritualità e la sua fede l'hanno tenuta in vita durante l'intero processo di guarigione. Commenta anche che porta sempre con sé ombrelli extra, perché non si sa mai quando un semplice atto di gentilezza farà una differenza enorme nella vita di un'altra persona.

Cercare aiuto

Se ha bisogno di aiuto per affrontare le conseguenze dell'abuso o della trascuratezza, cerchi l'assistenza di un consulente o di un terapeuta che la possa aiutare ad elaborare i suoi difficili sentimenti. Consideri di unirsi ad un gruppo di supporto, dato che spesso aiuta essere in compagnia di persone con esperienze comuni.

Se sta lottando con droga o abuso di alcol o dipendenza, potrebbe essere il momento di contattare un centro di trattamento o riabilitazione. Non aspetti. Prima comincia, prima potrà godersi una vita libera dal dolore, dal senso di colpa e dalla vergogna associati all'abuso e all'abbandono.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2016-09-21 11:18:41 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

19 + sei =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati