Latest

Negligenza affluente

La società esprime grande preoccupazione per i bambini poveri e con pochi mezzi e per la maggiore probabilità che non abbiano accesso all'assistenza sanitaria e all'istruzione, o che si diano alla droga o al crimine in età adulta. Si presta meno attenzione ai figli di genitori benestanti che hanno la loro serie di problemi. La…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più

Benefici dello yoga nel trattamento delle dipendenze

In termini generali, lo yoga è un esercizio che apporta benefici al corpo, alla mente e allo spirito attraverso l'integrazione di tecniche di respirazione, esercizi di rafforzamento, posture e meditazione. Ci sono molti tipi di yoga; tutti sono vantaggiosi. Sebbene lo yoga sia una pratica secolare, è una modalità di trattamento relativamente nuova nel campo…

Legga di più

Che cos’è la terapia comportamentale dialettica?

La terapia comportamentale dialettica (DBT), sviluppata da Marsha Linehan, Ph. negli anni '80, è un tipo di terapia della parola originariamente progettata per persone ad alto rischio con tendenze suicide con diagnosi di disturbo borderline di personalità. Oggi, la DBT è usata per trattare le persone alle prese con una serie di emozioni complesse e…

Legga di più
precedente
/
prossimo

Tolleranza: Come funziona

La tolleranza si verifica quando l'uso di alcol e droghe viene ripetuto nel tempo. Alla fine, l'effetto della dose originale diminuisce e occorre più sostanza per ottenere lo stesso risultato. Il concetto di tolleranza si applica non solo a droghe e alcol, ma anche a comportamenti problematici come il gioco d'azzardo, il sesso, la sovralimentazione o la pornografia.

Tolleranza e il cervello

Come avviene la tolleranza? Il funzionamento del cervello umano è complesso, ma per il cervello tutto il "piacere" è lo stesso; non conosce la differenza tra uno sballo da cocaina, una vincita al tavolo del blackjack o del gran sesso. Questo perché la sostanza (o il comportamento) provoca un intenso rilascio di dopamina, un potente neurotrasmettitore chimico che si impadronisce dell'area responsabile del piacere (spesso conosciuta come centro del piacere del cervello o centro di ricompensa).

La risposta del cervello al piacere è in realtà una funzione critica perché le sensazioni piacevoli sono associate ad attività che sostengono la vita umana, tra cui mangiare e procreare. Senza queste attività, la razza umana cesserebbe presto di esistere.

Dipendenza e tolleranza

Naturalmente non c'è niente di positivo nella tolleranza all'alcol, droga o comportamento umano distruttivo. Man mano che il cervello viene riprogrammato per avere sempre più bisogno della sostanza che crea dipendenza o del comportamento distruttivo, il sistema di ricompensa del cervello non è più efficiente come una volta. La dopamina comincia a perdere la sua forza e la persona alla fine comincia a sentire quello che a volte è conosciuto come "il nuovo normale". Ciò significa che l'individuo non ottiene più sensazioni piacevoli dall'attività, ma deve continuare ad aumentare il livello non per sentirsi bene, ma per sentirsi normale, o "solo ok". Alla fine il ciclo discendente si accelera e l'individuo ne richiede di più semplicemente per evitare i sintomi di astinenza. Sentirsi bene o sballarsi è una cosa del passato.

A questo punto, molti individui diventano timorosi di smettere la sostanza o il comportamento, con buone ragioni. Man mano che la tolleranza si approfondisce, l'astinenza può diventare più difficile. Abbuffate ripetute, seguite da tentativi di astinenza, peggiorano le cose. Spesso si verificano overdose mortali quando un individuo smette di usare droghe come l'eroina per un certo periodo e il corpo comincia ad adattarsi. Quando la persona usa di nuovo, crede che sia necessaria la stessa quantità elevata, che il corpo non può più tollerare.

La guarigione è possibile

Anche se la dipendenza sembra difficile da superare, fornitori qualificati di trattamento possono aiutare. Anche se non è sempre facile, è molto possibile tornare ad una vita sana e produttiva, libera dalla dipendenza da sostanze nocive e da comportamenti negativi e stressanti. Il primo passo da una dipendenza da sostanze è la disintossicazione, che viene gestita medicalmente in modo che i sintomi di astinenza siano ridotti o diminuiti e quindi più facili da tollerare. A quel punto gli individui sono pronti per continuare il recupero.

Il trattamento è altamente individualizzato e include non solo consulenza, psicoeducazione e varie forme di psicoterapia oltre all'identificazione e al trattamento della causa principale della dipendenza, ma anche un programma nutrizionale sano e approcci complementari molto efficaci come agopuntura, massaggio, allenamento personale, riflessologia e yoga.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2015-08-14 18:10:59 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati