Vaccinazione contro l’eroina: La sperimentazione clinica su soggetti umani è il prossimo passo

Più di 15 milioni di persone fanno uso di droghe oppioidi, compresi tipi di oppiacei come eroina, morfina o oppio, così come ossicodone o altri farmaci da prescrizione. Tutti creano enormi problemi per i consumatori e per la società in generale, ma negli ultimi anni la dipendenza da eroina ha raggiunto proporzioni epidemiche, uccidendo un numero sempre maggiore di vittime di overdose negli Stati Uniti e nel mondo.

Gli scienziati dello Scripps Institute di La Jolla, California, pensano che un vaccino anti-eroina possa essere all'orizzonte, dopo che i primi studi con primati non umani hanno avuto successo. I ricercatori sperano che gli studi con gli esseri umani procedano nel prossimo futuro.

Lo studio segue otto anni di test clinici con roditori. La sperimentazione umana è il prossimo passo logico, dato che la composizione biologica degli esseri umani e dei primati non umani sono così simili.

Allenamento del sistema immunitario

Il farmaco funziona allenando il sistema immunitario a produrre anticorpi che lavorano contro l'eroina impedendo agli utenti di provare euforia indotta dall'eroina. Una volta che il sistema immunitario del corpo è esposto alla droga, i nuovi anticorpi si agganciano alle molecole di eroina, bloccandole prima che raggiungano il cervello. Non ci sono stati effetti collaterali negativi.

Speriamo che l'assenza di uno "sballo" da eroina elimini la motivazione a prendere la droga. I ricercatori pensano che possa essere particolarmente efficace per i tossicodipendenti in trattamento, aumentando il tasso di successo diminuendo la possibilità di recidiva.

Il vaccino è stato efficace fino a otto mesi, anche se gli effetti anti-eroina erano più forti durante i primi 30 giorni. Se il farmaco funziona come sperato, produrrà un'immunità a lungo termine negli esseri umani.

Nessuna soluzione magica

Il vaccino non è una soluzione magica. Anche se può essere usato insieme al trattamento per la dipendenza da metadone o suboxone, il vaccino è efficace solo per l'eroina e non serve contro l'oppio, la morfina o la dipendenza da farmaci da prescrizione.

Questo può essere un punto critico, poiché un tossicodipendente che sperimenta gravi cravings potrebbe rivolgersi ad altri oppiacei come sostituto. Tuttavia, gli esperti pensano che il vaccino possa essere uno strumento prezioso se usato insieme al trattamento o alla riabilitazione da droghe e alcol, specialmente durante i primi giorni di detox e di astinenza.

I ricercatori stanno affrontando il lungo processo per ottenere gli sponsor aziendali necessari per portare il vaccino a studi clinici con soggetti umani.

Questo articolo è stato pubblicato in inglese 2017-08-06 19:24:56 e tradotto in Italiano nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

18 + quattordici =

I messaggi più recenti

I nostri articoli e comunicati stampa privati